Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Centro Storico / Via del Pratello

Pratello: i giovani detenuti preparano il pranzo di Natale, sotto la guida dello chef del Bologna FC

Da un corso di formazione all’interno del carcere minorile fino alla possibilità di preparare e servire un pranzo sotto la guida di Mirko Gadignani, famoso chef che segue anche l’alimentazione dei giocatori del Bologna Fc

Da un corso di formazione all’interno del carcere minorile fino alla possibilità di preparare e servire un pranzo sotto la guida di Mirko Gadignani, famoso chef che segue anche l’alimentazione dei giocatori del Bologna Fc: una decina di ragazzi dell’Istituto penale per i minorenni di Bologna durante il tradizionale pranzo in occasione delle festività natalizie.

La Garante regionale delle persone private della libertà personale, Desi Bruno racconta del corso di formazione del Fomal all'interno della struttura e sarà tra gli invitati dell’evento promosso dalla direzione dell’Istituto e dal Fomal, l’ente che realizza percorsi formativi legati alla ristorazione all’interno del Pratello: la struttura, riferisce la Garante, alla data di ieri ospitava 24 ragazzi, per la quasi totalità stranieri (2 soli italiani) e maggiorenni (solo 4 i minorenni).

“I percorsi formativi mirati, consentendo ai giovani detenuti di acquisire una specifica professionalità, sono una risorsa fondamentale- commenta la figura di garanzia dell’Assemblea legislativa- che, una volta terminata la detenzione, può permettergli di accedere al mercato del lavoro, come già si verificato per alcuni, proprio nel settore della ristorazione”.

Tra i presenti, accolti dal direttore dell’Istituto Alfonso Paggiarino, oltre a rappresentanti delle Fondazioni Carisbo e Delmonte - finanziatrici del progetto - anche il magistrato di sorveglianza presso il tribunale  per i minorenni di Bologna, Luigi Martello, la dirigente del Centro giustizia minorile per l’Emilia-Romagna e Marche, Silvia Mei; la dirigente del centro di prima accoglienza e della comunità pubblica per i minori, Immacolata Pisano, la responsabile del servizio sociale per i minorenni, Teresa Sirimarco, Giovanni Schiavone, dirigente dell’Ufficio scolastico V ambito territoriale di Bologna, Valeria Bonora, direttore dell’area ricerca e sviluppo di Fomal e Paola Mambelli, dirigente istituto alberghiero IPSSAR  di Castel San Pietro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pratello: i giovani detenuti preparano il pranzo di Natale, sotto la guida dello chef del Bologna FC

BolognaToday è in caricamento