Pre e post scuola, si va verso riapertura, Zaccaria: "Questione di poco, ma niente date"

Il nodo dei servizi integrativi scolastici tra la Regione e il comune sulle norme antic-contagio da seguire

A Bologna si avvicina l'attesa attivazione dei servizi di pre e post scuola: lo assicura l'assessora comunale Susanna Zaccaria, segnalando che proprio stamattina Palazzo D'Accursio ha ricevuto dalla Regione Emilia-Romagna alcuni chiarimenti che dovrebbero consentire di completare la programmazione del servizio.

"Il problema c'è stato per l'impossibilità di proporre i servizi con le stesse modalità degli anni passati- ricorda Zaccaria- perché tutta la normativa che riguarda la riapertura della scuola fa si' che la massima garanzia stia nel fatto che le classi non interagiscano una con l'altra".

A Bologna, "il numero delle scuole presenti sul territorio e degli alunni che usufruiscono dei servizi- continua l'assessora- ci ha messo in difficolta'" di fronte alla necessità di combinare "la gestione organizzativa diretta da parte del Comune, gli spazi che invece sono delle scuole più le linee guida della Regione, che sono linee di sicurezza perché prevedono norme che servono alla tutela di tutti".

Da qui è nata "la richiesta di chiarimento e confronto con la Regione- aggiunge Zaccaria- per valutare come attuare queste linee a fronte dei nostri numeri, perché abbiamo una situazione completamente diversa dai Comuni che hanno numeri minori".

A questo punto, "è di stamattina- riferisce Zaccaria- il fatto che sono state accolte le nostre osservazioni e questo ci consente di gestire anche le situazioni che si sono dimostrate più critiche". Premettendo che "in tutti questi giorni i Quartieri hanno continuato, insieme alle scuole, con l'analisi e la programmazione dei servizi- sottolinea l'assessora- quella di stamattina è un'indicazione che senz'altro ci agevola nella definizione delle situazioni più critiche".

Dal Comune, però, per il momento non arriva l'indicazione di una data precisa. "Non sono in grado di dire esattamente il giorno- afferma Zaccaria- ma ci stiamo muovendo per una riapertura nei tempi più stretti possibili e davvero ormai è questione di poco". Aggiunge l'assessora: "Capisco che due settimane sono lunghe e chiedere qualche altro giorno comporta uno sforzo per le famiglie", però "siamo davvero a tiro con la definizione delle situazioni molto critiche. I chiarimenti avuti dalla Regione ci consentono di arrivare a completare la programmazione del servizio". (Pam/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, le misure in arrivo e le regioni a rischio maggiore (Emilia Romagna tra queste)

  • Nuovo Dpcm: colori regioni e nuovi criteri, Emilia Romagna a rischio zona rossa?

  • Red Ronnie contro la serie su San Patrignano: "Solo aspetti negativi, ma molti sono ancora vivi grazie a Muccioli"

  • Schivata la zona rossa, l'Emilia Romagna resta arancione

  • Dpcm e zona arancione, fioccano multe per violazione del coprifuoco e uscita dai comuni di residenza

  • Bocciata alla maturità in Dad: Tar le dà ragione, esame da rifare

Torna su
BolognaToday è in caricamento