Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca San Lazzaro di Savena

A don Domenico Nucci il Premio Città di San Lazzaro: grazie alle parole di Papa Francesco

'Il papa - spiega Macciantelli - si è richiamato al Concilio Vaticano II come ad un riferimento fondamentale, nella vita della chiesa, che ha avuto alcuni suoi ispiratori nel contesto bolognese...'

Sabato 14 dicembre, nella Sala di Città (via Emilia, 92), il sindaco Marco Macciantelli, a seguito degli orientamenti assunti dal Consiglio comunale, consegnerà a don Domenico Nucci il Premio Città di San Lazzaro, riconoscimento che l'Amministrazione Comunale conferisce alle personalità che si siano particolarmente distinte nei rispettivi campi di attività e che abbiano valorizzato in tal modo la comunità sanlazzarese.
La cerimonia è preceduta alle ore 17 dall’incontro “Dal Concilio Vaticano II a Papa Francesco, la comunità parrocchiale nel cammino della Chiesa” con monsignor Luigi Bettazzi, vescovo emerito di Ivrea, e con il professor Alberto Melloni della Fondazione per le Scienze Religiose Giovanni XXIII di Bologna.

Don Domenico è parroco della Parrocchia di San Lazzaro da quarant’anni. Negli anni Sessanta è stato anche segretario del Cardinale Giacomo Lercaro partecipando così ai lavori del Concilio Vaticano II.

«Alla vigilia del santo Patrono - ha dichiarato il sindaco Marco Macciantelli - intendiamo conferirgli il Premio città di San Lazzaro". Alla base anche quanto espresso da Papa Francesco. "Il papa - spiega Macciantelli - si è espressamente richiamato al Concilio Vaticano II come ad un riferimento fondamentale, nella vita della chiesa, che ha avuto alcuni suoi ispiratori e artefici nel contesto bolognese, nel cardinal Lercaro e nei suoi più stretti collaboratori, Dossetti e Bettazzi. Don Domenico, come segretario del cardinale, è stato partecipe di quella stagione, dalla quale ha tratto le ragioni di un impegno pastorale che poi ha portato qui a San Lazzaro. Il tempo trascorso misura il senso di una lunga seminagione, i cui frutti sembrano rianimare ora le intenzioni di una rinnovata apertura, di una comprensione più acuta della crisi che stiamo attraversando. Don Domenico, a suo modo, è come interprete di questo cammino dal basso, dalla parte della comunità, di una comunità come la nostra, collegata ad un spirito che fu quello dell'annuncio di un modo nuovo di concepire, in particolare, la carità, che poi è stata così caratteristica della sua opera nei quarant'anni di impegno come parroco di San Lazzaro. Alla riflessione daranno un contributo due persone a diverso titolo importanti proprio in relazione a questo cammino: chi ne condivise l'avvio come mons. Luigi Bettazzi e chi come il professor Alberto Melloni per certi versi ne ha assunto il testimone nella vicenda della Fondazione per la Scienze Religiose Giovanni XIII di Bologna».

Il Premio Città di San Lazzaro, istituito nel 2005, vuole riconoscere meriti e qualità a figure che sono o sono state espressione della realtà comunale e che per diverse ragioni, non solo anagrafiche, hanno rapporti o radici nella nostra comunità, svolgono attività in un sistema di relazioni più ampio.

Il Premio Città di San Lazzaro è stato assegnato nel 2006 a Francesco Guccini, nel 2007 a Marco Calamai, nel 2008 a Loriano Macchiavelli, nel 2009 a Carlo Amadori, nel 2010 a Piera Degli Esposti, l'edizione 2012 ad Antonio e Pupi Avati, l’edizione 2013 ad Alberto Tomba. Il Premio viene assegnato con deliberazione del Consiglio comunale previa discussione nella Conferenza dei capigruppo su proposta della Giunta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A don Domenico Nucci il Premio Città di San Lazzaro: grazie alle parole di Papa Francesco

BolognaToday è in caricamento