menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il presepe animato riaccende via Azzurra: "File fino a via Massarenti per vederlo, nel 2015 18mila visite"

Per il 27esimo anno di seguito la creazione del dottor Chimienti prende vita, con nuovi elementi. Il presepe attrae anche i turisti stranieri. Boom di visite lo scorso anno

C’è attesa per il grande presepe semovente di via Azzurra 10, un appuntamento che da 27 anni scandisce il periodo natalizio sotto le due torri. Quasi come l’apertura del mercato di S.Lucia, il giardino di questa casa signorile in zona Massarenti mette in scena la magia del natale bolognese. Una vera e propria esposizione della natività, arricchita da ogni sorta di miniatura mestierante. Una gioia per gli occhi e per le orecchie. Già, perché oltre alle classiche lucine, ci sono miniature che si muovono, e suoni che riproducono i rumori, fino ad arrivare al fumo nei caminetti delle casupole (Guarda il video)

La cura dei dettagli è maniacale: Ci sono il fabbro, il calzolaio, il falegname, la lavandaia, il pastore, l’oste, il mercante, ognuno con gesti e suoni propri. L’acqua scorre nei rivoli di acqua, e un dentista opera in una corte interna del quartiere arabo. Un’attrazione tra le più frequentate sotto natale. E le visite aumentano di anno in anno. «Devo dare un’occhiata al registro delle firme ma direi che l’anno scorso abbiamo chiuso il 6 Gennaio con oltre 18mila visitatori» scandisce fiera la signora Ramona, moglie dell’inventore e fabbricatore del presepe, il pneumologo in pensione dottor Michele Chimienti. In altre parole, il 24 per cento in più dei visitatori dal 2014. Nel breve tempo del colloquio, già una folla di curiosi di avvicina a scattare fotografie e chiedere di entrare.

«La gente faceva la fila fuori, anche di un’ora» puntualizza un vicino di casa «c’era la fila fino in via Massarenti». Altri vicini, sostengono che sotto Natale anche turisti stranieri vengono a fare tappa in via Azzurra 10. «Vengono dalle altre città qui vicino, oppure quando visitano Bologna per le feste, si allungano anche fin qui». Anno dopo anno però la sfida di allestire il presepe si fa sempre più ostinata.

«Guardi abbiamo iniziato da metà Ottobre a lavorare» spiega la signora Ramona, che aggiunge: «Servirebbe una mano, ma serve costanza, e non riusciamo a trovare nessuno che segua l’allestimento fino in fondo». Ogni anno il dottor Chimienti pensa a cosa vuole aggiungere, poi lo realizza nel laboratorio allestito nella rimessa dietro casa. La manutenzione è d'obbligo, anche perché le statuine si inceppano oppure vengono danneggiate accidentalmente dai visitatori. Quest'anno è stata costruita una nuova casupola. In principio il presepe non era animato, ma una decina di anni fa sono arrivati motori elettrici, altoparlanti, e sensori ottici. Quando si arriva in prossimità dei manufatti, questi si animano, come d'incanto. E se piove o nevica? nessun problema, è tutto stagno e impermeabile: il presepe si imbianca e aggiunge fascino su fascino. L'opera di via Azzurra è gratuita e aperta tutti i giorni, dal 1 Dicembre al 6 Gennaio. Sulla pagina Facebook “Gran Presepe di Via Azzurra” è possibile reperire le informazioni sugli orari di visita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento