rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024

Caro Bollette, Usb in presidio davanti all'Hera: "Le rate non bastano, costi insostenibili" | VIDEO

Il sindacato di Base chiede un tavolo con il Comune di Bologna

Un presidio davanti alla sede Hera contro il rincaro delle bollette. È la protesta promossa dal sindacato di Base Usb che chiede un tavolo cittadino con le aziende e il Comune.

Arrivati davanti all'ingresso con l'obiettivo di incontrare una rappresentanza della multiutility, i manifestanti sono stati bloccati all'ingresso dalle forze dell'ordine che non volevano che il presidio si svolgesse nel cortile dell'azienda. Qualche attimo di tensione, tra spintoni e insulti, poi il presidio è proseguito regolarmente. 

"Spropositata la reazione della polizia – dichiarano da Usb – accorsa in forze, che ha spintonato violentemente la delegazione sindacale per impedirne l'accesso nell'azienda. Non si può rispondere con la forza pubblica ad un problema sociale che si sta imponendo velocemente a gran parte della popolazione".

"Vogliamo che sia aperto un tavolo cittadino con le aziende che erogano i servizi e le utenze e il Comune che è in società con queste aziende, – dichiara Federico Fornasari di Usb –  per trovare tutti i modi possibili per abbassare le bollette a chi non può pagare. L'aumento si aggiunge, specialmente in una città come Bologna, ad affitti già alti, all'aumento dei prezzi del carburante e della benzina, e dei generi di prima necessità".

"Abbiamo esposto la bolletta della famiglia di un nostro iscritto, con difficoltà economica e problematica abitativa. Una famiglia seguita dai servizi sociali, eppure la stangata è arrivata con la bolletta del mese scorso di cui il costo complessivo è 978 euro. Quasi mille euro, praticamente un altro affitto da pagare. Come farà questa famiglia, insieme a tante altre, a pagare queste bollette? Quando arriverà il momento tragico in cui si dovrà scegliere se mandare i figli a scuola, pagare l'affitto o rischiare lo sfratto, pagare le bollette o rischiare di rimanere al freddo e senza poter cucinare? Questa scelta non la deve fare nessuno, per questo c'è urgenza di aprire un tavolo per ricontrattare i costi delle bollette a reddito non solo basso a anche medio basso".

"Pensiamo che il Comune debba mettere a bilancio una parte di fondi per questo, tramite bonus e l'allargamento di fasce calmierate, il pagamento a rate può essere un sollievo momentaneo ma sarà un problema ancora più grande tra qualche mese. Una parte dovrebbe essere invece coperto dalle grosse aziende servite dalla multiutility con un fatturato in crescita anche durante la pandemia, non facendo ricadere i costi sempre sui cittadini".

L'incontro con Hera

"Il risultato del presidio sindacale, popolato da lavoratori e lavoratrici, studentesse e pensionati, precari di ogni provenienza, è stato l'inizio di un confronto con Hera, la multiutility che gestisce la fornitura delle utenze. Un dialogo che speriamo utile, ma a cui deve aggiungersi un altro soggetto: il Comune di Bologna, responsabile del benessere collettivo e socio di Hera".  

"All'incontro – comunica Usb – abbiamo detto ai rappresentanti di Hera che è urgente abbassare i costi delle bollette, troppo alte e insostenibili: la delegazione di Hera ha esposto il programma di pagamento a rate, noi abbiamo replicato che non può essere una soluzione adeguata trattandosi solo di un palliativo. Abbiamo esposto quindi le nostre proposte: riteniamo possibile che Hera utilizzi una parte del proprio profitto per coprire le spese di chi è in difficoltà, che gli aumenti siano pagati maggiormente dalle aziende con grandi patrimoni, in crescita anche durante la pandemia, per non pesare su individui, famiglie e piccoli esercizi con redditi bassi".

"Riteniamo che il Comune possa utilizzare una parte del bilancio per coprire i costi a chi non riesce a pagare, sotto forma di bonus e allargamento delle fasce calmierare. I rappresentanti di Hera si sono impegnati a riportare i contenuti dell’incontro ai vertici aziendali. Convocheremo presto un'assemblea cittadina, con tutti quelli che vivono il problema del carovita, per organizzare una serie di iniziative rivolte verso l’amministrazione cittadina e che possano produrre soluzioni immediate e concrete per abbassare le tariffe e permetterci di vivere dignitosamente".

Video popolari

Caro Bollette, Usb in presidio davanti all'Hera: "Le rate non bastano, costi insostenibili" | VIDEO

BolognaToday è in caricamento