menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presidio fisso in Montagnola, il Comune apre: 'Colloqui con Prefettura'

L'assessore Aitini si esprime a favore di un piantone fisso, anche fuori dell'orario scolastico delle scuole Betti-Giaccaglia. Esulta la la grillina Foresti: 'Dopo settimane di richieste, finalmente'

Un presidio fisso in Montagnola per fronteggiare gli spacciatori e tutelare maggiormente i bambini delle scuole Giaccaglia Betti. Il Comune lo ha chiesto in Prefettura e la speranza è che si possa fare il tempi brevi.

L'annuncio lo ha dato stamane al question time di Palazzo D'Accursio l'assessore comunale alla Sicurezza Alberto Aitini. Un presidio fisso in vista in particolare dell'estate "è quello che stiamo chiedendo. Stiamo ragionando con la Prefettura sulle modalità".

L'assessore si dice "assolutamente favorevole" al presidio fisso, che considera "molto utile" per le esigenze di sicurezza del parco. "Posso garantire che in Prefettura c'è una riflessione in corso su questo e speriamo che questo porti a far sì che avvenga in tempi rapidi".

Soddisfatta la consigliera comunale M5s Elena Foresti, che aveva avanzato la richiesta di un presidio fisso delle forze dell'ordine nel parco del centro storico. "Grande vittoria a 5 stelle", esultano i quattro consiglieri comunali del Movimento.

"Dopo un anno e mezzo di richieste in Consiglio comunale, ogni venerdì con la stessa domanda, dopo infinite segnalazioni, oggi l'assessore Aitini ha detto sì al presidio fisso delle forze dell'ordine nel parco della Montagnola". Per i Cinque stelle si tratta di un "primo passo per garantire l'incolumità dei cittadini e dei bambini che frequentano le tre scuole Betti in difesa dei quali ci siamo battuti senza sosta in questi anni".

Forze dell'ordine nel Parco della Montagnola 

Aitini ha fornito in aula anche alcuni dati sui controlli e gli interventi eseguiti in Montagnola negli ultimi mesi. Nel corso del 2017 "sono stati predisposti in Montagnola solo dalla Polizia Municipale e quindi senza tutti gli interventi che hanno fatto le forze dell'ordine, 752 servizi e, sul fronte delle sostanze stupefacenti, sono stati effettuati 45 sequestri di cui 3.437 grammi di marijuana, 352 grammi di hascisc e circa 2 grammi di cocaina".

Per quanto riguarda il 2018 "sono già stati compiuti 102 controlli ed effettuati 16 sequestri di sostanze stupefacenti", elenca Aitini. "Ritengo- dice ancora l'assessore- che la direzione sia quella giusta, non dobbiamo usare toni trionfalistici perché il lavoro da fare è tanto, ma sicuramente in particolare negli ultimi mesi e in generale sul parco della Montagnola si stia facendo davvero un lavoro imponente che dara' sicuramente i suoi frutti". (Bil/ Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento