rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Centro Storico / Piazza Maggiore

Comune, presidio anti-sfratto di Social Log: "Se ci sono i soldi per FICO, ci sono anche per la casa"

Circa 80 partecipanti questa mattina al presidio organizzato dallo sportello per il diritto all'abitare. L'attacco di Social Log all'Amministrazione Pubblica: "Cappi simbolo di chi l'ha fatta finita"

Tema casa, Social Log in presidio a Palazzo d'Accursio. "A Bologna e provincia ci sono 14.000 case sfitte e 300.000 metri quadri ad uso commerciale inutilizzati, ma nel 2014 ci sono state ben 5.000 richieste di sfratto". Questi i numeri snocciolati dallo "sportello per il diritto all'abitare" nel corso del un presidio di questa mattina nel cortile di Palazzo D'Accursio.

Circa 80 manifestanti hanno occupato il cortile del Comune per chiedere una moratoria sugli sfratti per le famiglie che non ce la fanno a pagare l'affitto. Luca Simoni, di Social log, cita i dati del Viminale, che per Bologna parlano di quattro sfratti al giorno, e ricorda il caso della donna di Ponte Ronca, frazione di Zola Predosa, che si e' impiccata dopo aver ricevuto l'ingiunzione di sfratto, per dire che "se ci sono i soldi per opere inutili come Fico ci sono anche per intervenire in queste situazioni".

Secondo Social log, che ha chiesto e ottenuto un incontro con l'assessore comunale alle Politiche abitative Riccardo Malagoli, e' necessario "bloccare gli sfratti finche' le famiglie non trovano un'altra sistemazione". Proprio prendendo spunto dal suicidio della donna di Ponte Ronca, i manifestanti hanno simbolicamente sciolto dei cappi, perche', spiega Simoni, "bisogna rompere il cappio della solitudine, non si puo' morire di sfratto".

(fonte Dire)Ca

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, presidio anti-sfratto di Social Log: "Se ci sono i soldi per FICO, ci sono anche per la casa"

BolognaToday è in caricamento