rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022

Prevenzione tumori, screening in aumento: "Guadagniamo adesioni con progetti innovativi" | VIDEO

I programmi riguardano la cervice uterina, il colon retto e il seno. Calano invece le vaccinazioni per il Covid-19: "Adesione alla quarta dose solo dell'11%"

Dopo il forte rallentamento dovuto alla pandemia da Covid-19, gli ospedali e gli ambulatori stanno riprendendo la loro normale attività. Nello specifico, l’AUSL di Bologna ha lavorato sulla promozione dello screening oncologico colorettale, della mammella e quello per la cervice uterina. Dalle convenzioni con le farmacie alle nuove fasce orarie di apertura dei consultori per favorire l’adesione dei cittadini, fino alle nuove modalità – attraverso SMS e FSE (Fascicolo Sanitario Elettronico) di invito, sollecito e comunicazione della lettera di risposta negativa.

Prevenzione e screening, i dati

I dati sugli inviti e sull’adesione allo screening del tumore alla cervice uterina mostrano come l’AUSL abbia superato l’obiettivo regionale fissato al 95%, arrivando infatti al 98% della popolazione da invitare. L’adesione è cresciuta del 4,1% per un totale del 55,2% degli invitati. Risultati positivi anche per mammografia (99,9% della popolazione invitata e 69,7% di adesioni) e per quello dello screening colorettale (99,2% della popolazione invitata con un’adesione del 55,9%). 
Nella conferenza stampa che si è tenuta nella sede dell’AUSL di via Castiglione, il Direttore Generale Paolo Bordon, il Direttore Sanitario Lorenzo Roti e la Direttrice del Distretto Pianura Est Francesca Mezzetti hanno sottolineato la cura dell’azienda nella promozione di programmi di screening sempre più accessibili alla popolazione. Tra questi, oltre all’implementazione del Fascicolo Sanitario e degli SMS, c’è il Portale web dedicato agli screening femminili, in modo da garantire una maggiore tempestività nelle comunicazioni e maggiori flessibilità ed autonomia nel fissare e/o modificare un appuntamento.

Covid, quarta dose di vaccino a rilento

A margine della conferenza stampa, il Direttore Generale dell’AUSL ha parlato della quarta dose del vaccino anti Covid-19: “Stiamo facendo circa settecento vaccinazioni al giorno, un numero molto basso rispetto alle potenzialità di un’organizzazione che ne faceva anche 12mila al giorno. Ci aspettiamo che da settembre in poi l’adesione aumenti. Noi abbiamo mandato moltissimi sms e abbiamo avuto un’adesione di circa l’11%. Ripartiamo da qui per cercare di vaccinare con la quarta dose il più possibile dei cittadini”.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Prevenzione tumori, screening in aumento: "Guadagniamo adesioni con progetti innovativi" | VIDEO

BolognaToday è in caricamento