Cronaca

Priolo, nuovo fermo dei tassisti: 'Sgarbo istituzionale'

Nessun incontro prima del responso dell'Authority 'migliorie su alcuni punti, ma su altri ostacoli difficilmente amovibili'

Il Comune di Bologna non intende riconvocare i tassisti che, a loro volta, sono pronti a metterein campo nuove proteste dopo che i sindacati hanno confermato lo stato d'agitazione. Lo dice chiaro l'assessore alla Mobilità, Irene Priolo, rispondendo nel Question time di oggi a una domanda di Marco Lisei (Fi).

'Sgarbo istituzionale'

Era stato concordato un ulteriore incontro per il 23. Però i tassisti "hanno voluto comunque scioperare" prima dell'atteso pronunciamento dell'Autorità di regolazione dei trasporti sull'adeguamento delle tariffe, compiendo così "uno sgarbo istituzionale", manda a dire l'assessore. Ad oggi "non abbiamo ancora ricevuto un riscontro ufficiale", spiega l'assessore, che dunque resta in attesa di questo passaggio per poter procedere sulle tariffe e sulle 36 licenze. "Prima di incontrare di nuovo i tassisti vorrei portare a casa l'atto amministrativo", afferma Priolo, altrimenti si farebbe "un incontro vuoto".

Dunque, quando arriverà il parere di ART "immediatamente convocherò un incontro per dire quando delibereremo l'adeguamento tariffario - anticipa Priolo - e in quella sede inizieremo anche ad analizzare i punti che ci hanno sottoposto". Su alcuni di questi "si possono fare delle migliorie" ma su altri, avverte l'assessore, ci sono "ostacoli difficilmente amovibili": un esempio e' la richiesta di una fermata in viale Pietramellara, visto che gia' oggi lì "c'è una fila incessante di bus". Insomma, da parte del Comune "non c'è chiusura"ma "spirito collaborazione", assicura Priolo. (dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Priolo, nuovo fermo dei tassisti: 'Sgarbo istituzionale'

BolognaToday è in caricamento