Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Prese a pugni il prof per strada, rimpatrio per l'aggressore

L'uomo, di cittadinanza olandese, è stato accompagnato con un volo dopo avere scontato la pena in carcere

E' stato fatto rimpatriare dall'ufficio immigrazione della questura di Bologna il senza fissa dimora 53enne che un anno fa si rese responsabile di una violenta aggressione sotto i portici a un uomo di 69 anni, lungo i portici di via Santo Stefano. 

Lo rende noto la questura stessa, citando l'aggiornamento nel rapporto sulle attività dell'ufficio immigrazione. Noto professore universitario, il 69enne ebbe diversi giorni di prognosi a causa delle lesioni subite. Il 53enne, cittadino olandese, fu poi arrestato e condannato per lesioni pluriaggravate. 

Al termine della detenzione il soggetto è stato fatto rimpatriare per motivi di sicurezza nazionale.

Episodio anaologo riguarda l’accompagnamento alla frontiera di un cittadino albanese eseguito il 31 agosto 2020 sempre ad opera dell’Ufficio Immigrazione.

Questa volta il soggetto è appena uscito dalla Casa Circondariale di Bologna per aver espiato la pena per associazione per delinquere, sequestro di persona e violazione delle norme in materia di prostituzione, fatti risalenti al 2009. Non appena scarcerato gli operatori di polizia hanno eseguito l’espulsione dal territorio nazionale accompagnando lo stesso all’aeroporto Marconi di Bologna, dove è salito a bordo di un volo diretto a Tirana.

Sorte differente per un terzo uomo, 38enne, cittadino tunisino, pluripregiudicato, bloccato qualche giorno fa dalla volanti dopo aver dato in escandescenze davanti la sede di una associazione assistenziale. in questo caso però, l'uomo è stato portato nel Cpr di Gradisca D'Isonzo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prese a pugni il prof per strada, rimpatrio per l'aggressore

BolognaToday è in caricamento