Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Profughi in arrivo a Bologna, Lega: 'Merola li stoppi o occuperemo le strutture di accoglienza'

Circa 700 migranti oggi in arrivo in Emilia-Romagna, su disposizione del Ministero dell'Interno. Insorge il Carroccio. Fabbri incita ad andare a Bruxelles a sbattere i pugni sul tavolo. Borgonzoni lancia un aut-aut al sindaco, affinchè le strutture destinate ai profughi vadano 'prima agli italiani in difficoltà"

Circa 700 i migranti oggi in arrivo in Emilia-Romagna, su disposizione del Ministero dell’Interno. In risposta  all’emergenza sbarchi in corso sulle coste italiane, infatti, Regioni e Prefetture del Paese sono state chiamate a mettere a disposizione nuovi posti di prima accoglienza per i profughi. 
In mattinata in 57, provenienti dall'Africa sub-Sahariana, sono arrivati all'ex Cie di Bologna ed altri arrivi sarebbero attesi entro le prossime 48 ore.

Lo annuncia la Lega, a cui la decisione del Governo proprio non va giù. Basta con l’inutile buonismo di chi continua a pensare che aprendo le porte in maniera indiscriminata, prima o poi i flussi migratori finiranno e il tutto tornerà alla normalità. Avanti così e non ci sarà più spazio per noi. Ecco perché diciamo un netto ‘no’ a Renzi e Alfano quando ci dicono che sono alla ricerca di altri 6500 posti letto per gli immigrati”. Sono le parole di Alan Fabbri, capogruppo del Carroccio nel consiglio regionale.
“Quello dell’immigrazione è un tema di respiro internazionale. Non si può pensare di risolverlo mandando torpedoni carichi di immigrati in lungo e in largo per la Penisola", affonda Fabbri, che incita ad "andare a Bruxelles a sbattere i pugni sul tavolo. Altrimenti avanti così e il problema non sarà più quello degli sbarchi, ma quello della convivenza nelle nostre città”.

Anche Lucia Borgonzoni, Commissario Provinciale Lega Nord Bologna, incita il sindaco Virginio Merola a "dire no ad Alfano e Renzi". La leghista lancia un aut-aut al primo cittadino di Bologna "stoppi gli arrivi di immigrati in città o siamo pronti ad occupare le strutture che li dovranno accogliere, siano esse caserme, scuole, alberghi, ostelli".
Rilanciando le parole del Segretario Federale Matteo Salvini, Borgonzoni manda a dire all'amministrazione locale che le strutture destinate all'accoglienza dei profughi  "prima vanno destinate agli italiani in difficoltà". Al Carroccio preoccupa la situazione cittadina: "Bologna - rimarca ancora la consigliera comunale del Carroccio - in neanche un anno, ha visto migliaia e migliaia di profughi o sedicenti tali sbarcare nel suo territorio provinciale, ultima trovata di questa Giunta è stata l'apertura dell'hub minori in città (primo in Italia), che ospiterà quelle persone di sesso maschile arrivate sulle coste che dichiarano e sottolineo dichiarano, di avere un'età compresa tra i 15 e i 18 anni. Ragazzi che in buona parte, come gli adulti, faranno perdere le loro tracce già nei primi  giorni dal loro arrivo, finendo chi sa dove e nelle mani di chissà chi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi in arrivo a Bologna, Lega: 'Merola li stoppi o occuperemo le strutture di accoglienza'

BolognaToday è in caricamento