menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Bologna tutela il verde con i cittadini: ecco il progetto "Clivut"

Si tratta di un progetto europeo che punta a massimizzare il potenziale di mitigazione del clima, fornire biodiversità e benefici per la conservazione della natura migliorando la salute e il benessere delle persone

Tutela degli alberi e del verde urbano, progettando e gestendo le aree verdi insieme ai cittadini. Si tratta di un progetto europeo al quale aderisce il Comune di Bologna per combattere i cambiamenti climatici. Un tema non nuovo in città, visto anche l'ampio dibattito sul destino dei Prati di Caprara.

Il progetto si chiama "Clivut", acronimo di "Life climate value of urban trees", ed è coordinato dall'Ateneo di Perugia. Oltre al Comune di Bologna, ne fanno parte anche il Comune di Perugia, il Centro per lo sviluppo agricolo e rurale (Cesar), l'Univesità di Tessalonica in Grecia e l'istituto Isg di Lisbona.

Il progetto ha un budget di 2,3 milioni di euro, di cui poco più della metà co-finanziata dalla Ue. Per quanto riguarda Bologna, il budget è di 351.551 euro, di cui 192.115 euro dall'Europa.

Secondo Palazzo D'Accursio, come si legge nella delibera approvata nei giorni scorsi dalla Giunta Merola, la tutela del verde esistente, pubblico e privato, e la progettazione del nuovo verde devono essere orientati a essere funzionali al concetto di 'salute ambientale' espresso dall'Oms, che individua nella vegetazione uno strumento per contrastare l'inquinamento urbano, l'aumento della temperatura locali e il conseguente aumento dei fabbisogni energetici .

In questa direzione va proprio il progetto europeo 'Clivut', che punta a "sviluppare una pianificazione e gestione condivisa degli spazi verdi e naturali urbani da urbanisti e cittadini", in modo da "massimizzare il potenziale di mitigazione del clima da parte delle risorse verdi urbane, fornire biodiversità e benefici per la conservazione della natura migliorando la salute e il benessere delle persone". 

Tra gli obiettivi del progetto c'è infatti l'idea di "coinvolgere la popolazione nel monitoraggio e gestione delle aree verdi pubbliche e private". Si punta anche alla "sensibilizzazione di cittadini e amministratori sul ruolo dello spazio verde e sui benefici nei confronti delle persone" e a "creare coscienza ambientale e perseguire comportamenti responsabili nelle giovani generazioni attraverso percorsi di educazione e divulgazione". Infine, il progetto 'Clivut' prevede di "individuare sistemi di contabilità e compensazione delle emissioni legate alle attività urbane" e di "definire forme di progettazione e applicazione di un regolamento, con relativo sistema di incentivi, che persegua la politica ambientale e climatica responsabile".  (Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento