rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca

Proiettili al figlio del Ministro Poletti: 'Ti ammazziamo, guardati le spalle'

Il settimanale diretto da Manuel Poletti avrebbe ricevuto contributi pubblici, notizia che ha scatenato forti polemiche. Vigilanza rafforzata

Tre proiettili calibro 9 sono recapitati alla redazione del settimanale 'Setteserequi'. Nel mirino il direttore Manuel Poletti, 42 anni, figlio del ministro del Lavoro Giuliano, al quale sarebbe stata indirizzata anche una lettera con la scritta: 'Ti ammazziamo, guardati alle spalle'.

Qualche settimana fa il giornalista aveva ricevuto minacce sui social media e via e-mail, così era stato disposto un servizio di vigilanza, ora rafforzato.

Il settimanale 'Setteserequi' avrebbe ricevuto in 500mila euro di contributi pubblici in tre anni, notizia che ha scatenato forti polemiche soprattutto dopo le dichiarazioni del Ministro, poi corrette tra le scuse, sui giovani costretti ad emigrare per lavorare: "Alcuni è meglio non averli tra i piedi".

La missiva, recapitata nella sede di Faenza non riporterebbe un timbro postale. Indagano i Carabinieri. 

"Violenza, minacce, lettere minatorie e intimidatorie non devono far parte dell'agire della nostra comunità: sono atti vili che vanno sempre e comunque condannati con fermezza e su cui si deve sempre tenere alta la vigilanza e l'impegno per contrastarli ed individuarne i colpevoli". Così Simonetta Saliera in merito alle minacce a Manuel Poletti. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proiettili al figlio del Ministro Poletti: 'Ti ammazziamo, guardati le spalle'

BolognaToday è in caricamento