rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Cronaca Pilastro / Viale Europa

Prostituzione: chiede denaro per 'l'affitto del marciapiede', arrestato protettore

A presentare denuncia una 30enne, alla quale l'uomo aveva chiesto 1.500 euro per poter esercitare in viale Europa

La polizia ha arrestato un 32enne rumeno per sfruttamento della prostituzione. A presentare denuncia a luglio 2015 una prostituta 30enne sua connazionale, alla quale l'uomo aveva chiesto 1.500 euro per "l'affitto di un marciapiede" di viale Europa, tecnica più volte utilizzata dagli sfruttatori. 

Sono così partite le indagini della Squadra Mobile attraverso pedinamenti, appostamenti, utilizzo di GPS e intercettazioni. La vittima del tentativo di estorsione aveva fornito alla polizia anche registrazioni telefoniche, a conferma del suo racconto. 

Il 32enne arrestato nel 2004 per rapina, era stato affidato ai servizi sociali poiché era riuscito a dimostrare di avere un'occupazione, mentre impiegava il suo tempo nell'attività di "protettore" di una prostituta, così gli inquirenti lo hanno immediatamente identificato. E' stato denunciato anche per estorsione poiché, dopo le richieste di denaro, mai ottenuto, la donna aveva deciso di smettere di prostituirsi. 

Hanno rimediato una denuncia anche altri due rumeni e un italiano: il titolare della ditta edile che falsificava le buste paga presentate ai magistrati di sorveglianza, il "compare" dell'uomo, anch'egli sfruttatore, e un bolognese di 50 anni che aveva messo a disposizione delle prostitute un appartamento in via del Pilastro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituzione: chiede denaro per 'l'affitto del marciapiede', arrestato protettore

BolognaToday è in caricamento