"Questa sanatoria è una truffa": presidio in prefettura

Il sindacato di base Adl Cobas e altre realtà contestano il piano del governo di regolarizzazione selettiva per alcune categorie di lavoro. "Chiediamo un provvedimento generalizzato"

Presidio nel pomeriggio di oggi davanti la prefettura, dove una cinquantina di persone tra migranti ed esponenti del sindacato di base Adl Cobas, unitamente a Tpo, Labas e altre associazioni, hanno contestato la sanatoria per colf e braccianti e prevista dal decreto Rilancio.

"Siamo qui per denunciare l'assoluta inadeguatezza di questo provvedimento" commenta Stefano Re, rappresentante di Adl, "questo è un decreto che esclude centinai di migliaia di persone che le seleziona in base a presunti criteri di utilità economica".

Quello che chiedono i manifestanti è "una regolarizzazione generalizzata sulla base della permanenza in Italia, non ristretta a poche categorie".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Dove mangiare pesce a Bologna: 4 imperdibili ristoranti

  • Scuola, altri due casi di Covid al Fermi e alle Guido Reni

  • Aggressione in casa: tenta violenza sessuale, lei scappa in strada

  • Dolci e leccornie: 5 imperdibili pasticcerie a Bologna

  • Due locali di Bologna tra le '20 Migliori Pizze in Viaggio in Italia'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento