Sgombero picchetto all'Interporto: in due a processo

Altri cinque soggetti prosciolti dalle accuse. Il caso fu quello di un presidio di blocco, sgomberato con un intervento muscolare delle forze dell'ordine

IMMAGINE DI REPERTORIO

Sono state rinviate a giudizio per resistenza e lesioni due delle sette persone coinvolte nei tafferugli durante lo sgombero, tra manifestanti e Forze dell'ordine, durante uno sciopero promosso dal sindacato Si Cobas e avvenuto nell'estate del 2018 al magazzino di Logista, all'Interporto di Bologna.

Lo ha stabilito, questa mattina, il gup bolognese Gianluca Petragnani Gelosi, che ha invece prosciolto con varie formule altre cinque persone. Del caso si occupa il pm Antonello Gustapane, mentre gli imputati sono difesi da Marina Prosperi.

La protesta all'Interporto, culminata con lo sgombero da parte delle Forze dell'ordine, è ricordata anche per un altro episodio, vale a dire quello, documentato in un video, in cui un funzionario di Polizia dice agli agenti di caricare i manifestanti "anche se stanno a terra". (Ama/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

Torna su
BolognaToday è in caricamento