Cronaca piazza Nettuno

Province, l'Usb si mobilita per "non tagliare funzioni, diritti, risorse"

Tre giornate di mobilitazione dei lavoratori delle Province, che daranno vita ad iniziative per "informare la cittadinanza sui reali contenuti del proprio lavoro, con l’obiettivo di spezzare le catene della disinformazione e del discredito a cui vengono esposti". A Bologna appuntamento per il 28 gennaio

'Nessun taglio alle funzioni, alle risorse ai diritti', così l'Usb Pubblico impiego per il 28, 29 e 30 gennaio ha indetto tre giornate di mobilitazione dei lavoratori e delle lavoratrici delle Province, che daranno vita ad iniziative per informare la cittadinanza "sui reali contenuti del proprio lavoro, con l’obiettivo di spezzare le catene della disinformazione e del discredito a cui vengono esposti".Attraverso la distribuzione di specifiche schede illustrative, verranno spiegate - spiega Usb in una nota - "le trasformazioni che questi enti stanno subendo e come i previsti tagli al personale e ai bilanci renderanno impossibile erogare i servizi."
L’Usb dal canto suo sostiene la necessità di dar corso a una "vera riforma, che non cancelli enti previsti dalla Costituzione e che non colpisca pesantemente i lavoratori e gli utenti, che assicuri gli standard di qualità dei servizi ai cittadini nonché il mantenimento delle retribuzioni e di tutti i posti di lavoro, con particolare riguardo per quelli occupati da personale precario, così come quelli nelle società partecipate."

 

Tra le principali iniziative, quella bolognese, in programma per  mercoledì 28 Gennaio, ore 10.00, presso il convegno “Non solo aree metropolitane: la cooperazione intercomunale dei medi e piccoli comuni per l’innovazione e lo sviluppo” - Auditorium Enzo Biagi, Sala Borsa, Piazza Nettuno 3.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Province, l'Usb si mobilita per "non tagliare funzioni, diritti, risorse"

BolognaToday è in caricamento