Riqualificazione Quadrilatero Scalo-Malvasia: ok al progetto per la rigenerazione del parco, ecco come diventerà

Un tetto giardino e pareti di vetro, nuove alberature, poi sale ricreative e un auditorium. Ecco in anteprima le immagini di come si trasformerà l'area

Dopo il periodo di stop causato dell’emergenza sanitaria Covid-19, con la presentazione del progetto definitivo, è ripartito il percorso di comunicazione e co-progettazione degli interventi di rigenerazione del Quadrilatero Scalo-Malvasia - il comparto Acer tra le vie Malvasia, Pier de' Crescenzi, Casarini e dello Scalo -, promosso dal Comune di Bologna in stretta collaborazione con Acer, il Quartiere Porto-Saragozza e Fondazione per l’Innovazione Urbana.

Il progetto definitivo a cura dei progettisti è stato consegnato e approvato a metà luglio 2020 ed è ora in corso la fase di progettazione esecutiva che si concluderà per la fine di agosto.

Il progetto, co-finanziato da Regione Emilia-Romagna e Comune di Bologna,  "nasce da un percorso di coinvolgimento che ha visto nel corso del 2019 la realizzazione di cinque incontri, durante i quali si è lavorato a stretto contatto con i residenti e con le realtà presenti nella zona per raccogliere idee e suggestioni, ma anche per coinvolgere attivamente i residenti nella co-progettazione e nella definizione di bisogni e priorità".Così spiega l'amministrazione comunale. In questo contesto, la Fondazione per l’Innovazione Urbana è ripartita con le  attività di comunicazione e informazione, in sinergia con i partner del progetto, per mantenere uno scambio costante con gli uffici del Quartiere, per raccontare le evoluzioni del progetto ai residenti e alle realtà coinvolte sul territorio, le sue caratteristiche e le trasformazioni che apporterà.

Lo scorso 22 luglio si è svolto quindi un primo incontro di presentazione del progetto definitivo alla presenza dei progettisti incaricati che, attraverso l’ausilio delle tavole di progetto esposte negli spazi del giardino Lorusso, hanno illustrato le caratteristiche degli interventi, segnalando come le suggestioni e le richieste degli abitanti del comparto siano state accolte nel progetto definitivo in un lavoro di confronto e dialogo sul futuro del comparto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Emilia-Romagna, bollettino covid 26 novembre: + 2157, 515 a Bologna. Calano i casi attivi

Torna su
BolognaToday è in caricamento