rotate-mobile

Si insedia il nuovo questore Bernabei: 'Droga, nervo scoperto della città'

Succede a Ignazio Coccia, è stato questore di Padova

Bernabei succede a Ignazio Coccia, che ha tenuto il comando della Questura felsinea negli ultimi 3 anni. Nominato prefetto, è stato destinato alla Prefettura di Como.

Per il nuovo Questore sicuramente uno dei temi caldi della città è lo spaccio e la forte domanda di sostanze stupefacenti: "E' un nervo scoperto" ha detto questa mattina presentandosi alla stampa. Naturalmente è stato già informato delle zone più critiche, come il Parco della Montagnola, dove ieri è stato effettuatoun altro servizio straordinario con arresti e sequestri di droga, e la zona universitaria in tema di "movida".

Chi è Gianfranco Bernabei

Nato a Pescara il 26 dicembre 1957, sposato con tre figli, si è laureato in Giurisprudenza nel 1981 a Firenze, dove ha svolto quasi tutta la sua carriera ad eccezione dei primi tre anni trascorsi a Torino.

In Polizia dal 1983, ha prestato servizio prevalentemente nei settori investigativi: Sezione Criminalità Organizzata e Narcotici della Squadra Mobile, DIA, Capo Gabinetto, Dirigente Squadra Mobile ed infine Vice Questore Vicario.
Si è occupato delle principali indagini svolte in Toscana negli ultimi 20 anni: dai sequestri di persona alle infiltrazioni mafiose, dal traffico di droga agli omicidi, dalle stragi del ’93 di Firenze, Roma e Milano fino alle ultime formazioni eversive di matrice brigatista e anarco-insurrezionalista.

Come Capo Gabinetto ha collaborato alla gestione del Social Forum 2002 di Firenze, svoltosi in un clima di forte tensione all’indomani del G8 di Genova.
Dal 1° luglio 2010 ha assunto l’incarico di Questore di Matera per poi essere trasferito, mantenendo il medesimo incarico, a Pisa, nel 2012.
Dal 20 aprile 2015 e fino al mese di novembre 2017 è stato Questore di Padova.
Dal 2 novembre 2017 è stato Reggente dell’Ispettorato PS presso il Viminale.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Si insedia il nuovo questore Bernabei: 'Droga, nervo scoperto della città'

BolognaToday è in caricamento