Cronaca

Sicurezza, il Questore: "I risultati ci sono". Carella pressa per controlli sui bus

Il Questore di Bologna, Vincenzo Stingone, sui dati sugli ultimi controlli, soprattutto al Navile. Il consigliere Pdl Carella rilancia: "Autobus in condizioni di sicurezza per chi li utlizza"

"Non abbiamo la bacchetta magica, ma i risultati ci sono''. Il Questore di Bologna, Vincenzo Stingone, ha commentato i dati sugli ultimi controlli fatti dalla polizia di Bologna, che ha incrementato i servizi straordinari soprattutto al quartiere Navile, ma anche in altre zone della città.

Agenti di vari reparti con poliziotti di quartiere e unità cinofile hanno identificato solo ieri circa 200 persone (16 portate in questura) e controllato 21 veicoli e 9 esercizi pubblici.

Il bilancio è di un arresto (un marocchino colpito da ordine di carcerazione per droga), due denunce e 37 grammi di stupefacente (hascisc e marijuana) sequestrati. Oltre alle aree Navile e Bolognina, i controlli sono stati intensificati anche in zona Santa Viola e nel centro storico, in particolare intorno al parco della Montagnola. Il Questore ha sottolineato l'impegno dei poliziotti e l'importanza di questi servizi, che fanno aumentare ''sia la sicurezza reale che quella percepita'' dalla cittadinanza. Stingone ha anche ribadito un concetto già espresso qualche mese fa: ''Non c'è dubbio che in tutto il paese c'è un incremento dei reati diffusi, ma noi non abbassiamo la guardia e raccogliamo la sfida''.

CARELLA "TUTELARE PASSEGGERI E PERSONALE TPER". Il consigliere Pdl Daniele Carella mette sul piatto ancora un'altra emergenza: "Ma il Comune di Bologna ha intenzione di fare qualcosa (e, se si'', come e in che modo) per mettere gli autobus "in condizione di sicurezza" per chi li utilizza? Lo chiede dopo la notizia della passeggera sessualmente molestata e aggredita da un gruppo di giovani sul 13. La Lega nord ha invocato il ritorno delle telecamere e l''Udc il ricorso ai tornell,  ma soprattutto a poliziotti che dovrebbero ''scortare'' i controllori. Carella non indica ''ricette'', ma chiede di sapere cosa si stia facendo. Anche alla luce dei dati "sugli episodi di criminalita'' che avvengono sui mezzi di Tper", e dunque quanti e di che tipo, "a partire dai borseggi fino ad arrivare alle vessazioni e alle violenze alle persone, siano passeggeri, autisti o controllori". Il consigliere invita la Giunta a dire "se ci siano a bordo dei mezzi di trasporto, delle telecamere o dei sistemi di sicurezza di un qualche tipo" per "allertare le Forze dell''ordine in tempo reale" (agenzia Dire).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, il Questore: "I risultati ci sono". Carella pressa per controlli sui bus
BolognaToday è in caricamento