Ozzano, cittadini senza medico: scatta la raccolta firme

I residenti chiedono la presenza di un medico di base almeno un giorno alla settimana, per far fronte alle esigenze della comunità che popola la frazione

Sono già cento le firme raccolte nella frazione di Ponte Rizzoli a Ozzano, per chiedere la presenza di un medico di base almeno un giorno alla settimana. L'iniziativa è stata lanciata da un gruppo di cittadini, costretto a spostarsi per avere un consulto, perché quella che una volta era 'solo' una zona industriale, oggi è residenza di numerose famiglie

I moduli per la raccolta firme sono nella locale farmacia, in via Pedagna, e in poche settimana tante le persone che hanno aderito. "Non c'è un medico di base  a Ponte Rizzoli - spiegano dalla farmacia - Noi siamo qui da circa un anno, e se è stata valutata la necessità di avere una farmacia in questa zona, probabilmente è opportuno avere anche un medico di base. Sono tanti i cittadini che ci chiedono informazioni in merito, ma non c'è nessun medico qui".

Tra i promotori del documento, Stefano Goldoni, residente: "A Ponte Rizzoli qualche anno fa c'era un medico ma la frazione era ancora piccola, e questo proponeva un orario che poco si addiceva alle esigenze dei residenti  - spiega a BolognaToday - Parliamo di una frazione che tranne per i pochi pensionati, è popolata da pendolari. Cioè persone che escono la mattina per andare a lavorare e tornano nel pomeriggio o alla sera. Non è pensabile dare un servizio solo al mattino, e quindi per i pochi pazienti, è andato via. Oggi però le cose sono cambiate, Ponte Rizzoli si è ingrandita e in fase di costruzione ci sono anche nuove villette. Cambiano le esigenze della comunità, ed è necessario avere un medico di base in loco. Non è possibile che non ce ne sia uno".

E ancora: " A Mercatale, che è un'altra frazione di Ozzano, il medico c'è due pomeriggi alla settimana e mezza giornata è presente anche un pediatra. Ovviamente questa è una zona più collinare, per certi versi più disagiata, ma anche Ponte Rizzoli ad oggi, necessita di un riferimento medico. Chiediamo quindi, che venga istituita la presenza di un medico almeno un giorno alla settimana, e soprattutto in orario pomeridiano. La nostra intenzione - conclude Goldoni - è quella di sensibilizzare il più possibile il Comune, anche se sappiamo che questa cosa non rientra nelle sue competenze, e l'Ausl, alla quale invieremo la nostra raccolta firme con una lettera che spiega tutte le nostre esigenze".

Il sindaco di Ozzano, Luca Lelli, già al corrente della raccolta firme, sull'argomento spiega che "l'Amministrazione comunale è pronta a lavorare affinché un medico di base arrivi a Ponte Rizzoli, e pronta a stare al fianco dei cittadini in questa richiesta. Personalmente ho già incontrato il nuovo direttore del Distretto sanitario, in carica dal 1 settembre,  per sensibilizzare l’autorità competente su questo importante tema".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Frecce Tricolori a Bologna: il passaggio sulla città il 29 maggio

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

Torna su
BolognaToday è in caricamento