Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Monghidoro

La sfida di Alessandro, pedalando attraverso l'Emilia Romagna in cerca di fondi per il basket inclusivo

Accoglienza calorosa al suo arrivo a Monghidoro. Il sindaco: "Abbiamo convintamente sostenuto questo importante progetto"

Si chiama Alessandro Colombi ed è il biker che nelle scorse settimane è partito da Concordia in sella alla sua due ruote, con un unico obiettivo: pedalare per la regione al fine di raccogliere fondi a favore del basket inclusivo. 

Un progetto importante e ambizioso, che Colombi ha condiviso con i sindaci e le amminsitrazioni dei comuni che rientrati nelle sue tappe. E nei giorni scorsi l'arrivo in Appennino, dove ad accoglierlo sono stati i sindaci di Loirano e Monghidoro. 

Partito da Concordia il 25 luglio scorso, per sette giorni ha pedalato il perimetro dell'Emilia-Romagna percorrendo oltre 1.200 km,  affrontando 18.000 metri di dislivello. 

"Colombi è arrivato sul crinale appenninico di Monghidoro e Loiano e lo abbiamo accolto a braccia aperte per sostenere lo sport inclusivo - spiega a Bologna Today la sindaca di Monghidoro, Barbara Panzacchi - Il basket inclusivo è un'attività sportiva che mette in campo ragazze e ragazzi normodotati e diversamente abili permettendo loro di giocare nella stessa squadra con ruoli di pari importanza".

Alessandro ha  raccontato il suo viaggio attraverso foto e dirette sui canali social, e  sostegno del progetto è stata aperta una raccolta fondi sulla piattaforma di crowdfunding on line GoFundMe e anche voi potete sostenerlo con una donazione utilizzando questo link  https://gofund.me/7d4ad9b3

“ Le finalità di Alessandro sono quelle di raccogliere fondi per la realtà locale di Basket Inclusivo, Promuovere l’inclusione di persone con disabilità attraverso lo sport e sensibilizzare la comunità sul tema della disabilità, nonchè Promuovere e valorizzare il territorio dell’Emilia Romagna - incalza Panzacchi -  Abbiamo convintamente sostenuto questo importante progetto che mette al centro la solidarietà e l’inclusione attraverso lo sport; questo rappresenta un grande segnale di civiltà. Anche sul nostro territorio stiamo cercando di attuare politiche di inclusione anche nello sport e proprio per questo motivo nel bando di concessione del nostro impianto natatorio abbiamo richiesto l installazione di attrezzature di sollevamento per  rendere più agevole l accesso in acqua alle persone disabili che ora finalmente possono fruire comodamente della piscina comunale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sfida di Alessandro, pedalando attraverso l'Emilia Romagna in cerca di fondi per il basket inclusivo

BolognaToday è in caricamento