menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mazzette pompe funebri: un nuovo manager per i servizi cimiteriali del Comune

L'assessore Barigazzi ribadisce che "l'azienda del Comune in se' è sana, tuttavia non ci possiamo sottrarre al fatto che questa persona era nell'azienda"

Racket delle pompe funebri. L'assessore comunale alla Sanità Giuliano Barigazzi, al termine del vertice ieri in viale Aldo Moro con l'assessore regionale alla Sanita', Sergio Venturi ha ribadito che "Il nuovo ad della società Bologna servizi cimiteriali "dovra' essere una persona di grande professionalità ed esterna al settore".

Venerdì e' in programma la riunione del cda per la nomina del sostituto di Massimo Benetti, arrestato nell'ambito dell'inchiesta 'Mondo sepolto' sul racket delle pompe funebri negli ospedali cittadini. "Non abbiamo ancora il nome, lo faremo in quella sede - spiega Barigazzi  ma sicuramente dovra' essere una persona di grande professionalita' ed esterna al settore. Lo dobbiamo ai cittadini, per quello che e' successo".

Merola: "Il Comune non c'entra niente"

L'assessore ribadisce che "l'azienda del Comune in se' è sana, tuttavia non ci possiamo sottrarre al fatto che questa persona era nell'azienda". Quindi, assicura Barigazzi, "faremo esattamente quello che ha detto il sindaco. Cioe' proporremo ai soci privati di andare oltre lo statuto e di nominare una persona di garanzia esterna al settore: non deve provenire da quel mondo". Per il Comune, insiste l'assessore, "e' imprescindibile che il nuovo componente del consiglio di amministrazione di Bologna servizi cimiteriali, che i soci privati indicheranno, sia persona terza che non lavori nelle imprese del settore".

L'assessore preferisce non entrare nel merito della situazione di conflitto di interessi che si e' creata all'interno della societa' ("E' una gara del 2012, fu fatta in quel modo: non entro in questo campo"). Ma si limita a dire che Bologna servizi cimiteriali "ha subito soprattutto un danno d'immagine, come la citta' e i cittadini.

A questo punto vogliamo assumerci la responsabilità di nominare una persona esterna, perche' questa pagina non venga mai piu' scritta in questo modo". Barigazzi dice poi di aver condiviso "la linea di azione" decisa dalla Regione e annunciata oggi da Venturi al termine dell'incontro.

"La ritengo efficace - commenta l'assessore comunale - e ha l'obiettivo di tutelare quello che deve essere il nostro faro: la dignita' dei cittadini". In qualita' di presidente della Conferenza territoriale socio-sanitaria, aggiunge Barigazzi, "mi faro' promotore di un ulteriore approfondimento con le aziende sanitarie per il rispetto delle linee guida e delle indicazioni regionali sulla presenza e l'accesso dei dipendenti delle imprese funebri nelle camere ardenti". 

(Dire) 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento