Cronaca Via Fratelli Gualandi

Cappello, occhiali da sole e 'savoir-faire': rapinatore "cortese" colpisce alla Banca di Imola

Con il volto parzialmente travisato, si è introdotto nella filiale della Banca di Imola in via Gualandi. Si è fatto consegnare il cassetto di un registratore di cassa, poi si è congedato dall'impiegata

Con il volto parzialmente travisato, un soggetto si è introdotto nella filiale della Banca di Imola in via Fratelli Gualandi. Si è fatto consegnare il cassetto di un registratore di cassa, poi si è congedato 'cortesemente' dall'impiegata ed è andato via, facendo perdere le sue tracce.

E' accaduto stamattina intorno alle ore 9. L'autore della rapina è stato descritto come un uomo italiano, che indossava un cappellino rosso e un paio di occhiali e da sole.

E' entrato nel locale, si è parato davanti ad un'impiegata e si è fatto consegnare il cassetto di una cassa, contenente alcune banconote, per un ammontare ancora da decifrare. Poi, con nonchalance, ed anche un certo savoir-faire, il ladro si è fatto aprire la porta, rivolgendosi all'impiegata apepna derubata: “Mi apre la porta, per piacere?”

Quindi ha imboccato la via di fuga, a piedi. Il direttore della filiale, trovandosi in una stanza accanto, non si è accorto di nulla. Indagano i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Imola.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cappello, occhiali da sole e 'savoir-faire': rapinatore "cortese" colpisce alla Banca di Imola

BolognaToday è in caricamento