menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studenti rapinati in zona U: preso a bottigliate per un telefono

I fatti accaduti tra venerdì e sabato. Prima la scusa dello spaccio di sostanze, poi il pedinamento e infine la rapina. Il ragazzo ferito alla mano e al volto

Prima l'offerta di sostanze poi, al diniego, le attenzioni verso il telefono, per finire con le bottigliate. Ne avrà per 15 giorni il ragazzo che nella notte tra venerdì e sabato assieme a un compare è stato aggredito e rapinato in zona universitaria, da tre persone.

Secondo quanto ricostruito dalla Polizia i due giovani stavano transitando nei dintorni di largo Trombetti quando a un certo punto sono stati avvicinati da tre giovani stranieri. Questi ultimi gli avrebbero offerto cocaina ed hashish Ma a loro diniego non si sarebbero allontanati e li avrebbero seguiti.

Dopo un secondo approccio però il cellulare di una delle vittime è stato strappato di mano da uno degli aggressori per poi essere le offerto in cambio di 30 Euro. Le cose sarebbero degenerate, e all'improvviso uno dei tre spacciatori avrebbe spaccato una bottiglia di birra, impugnandola per il collo, per poi vergare colpi contro uno dei giovani, ferendo alla mano e al volto. "L'arroganza e la cifra delinquenziale di queste persone sono ormai intollerabili. Purtroppo cambierà poco se non si rivaluterà la possibilità di applicare il carcere anche per lo spaccio da strada", ha detto il procuratore aggiunto Valter Giovannini, coordinatore del gruppo 'sicurezza' della Procura, che già in passato era intervenuto sul tema.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fagottini di mortadella caprino, miele e pistacchio

social

Crostatina ai lamponi senza glutine: la ricetta di Ernst Knam

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento