Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Rapinava minacciando le vittime con un cacciavite: in arresto

Bloccato aggressore nella notte: nel giro di un paio d'ore aveva assalito due uomini per derubarli. La dinamica era sempre la stessa: coglieva alle spalle le vittime e li minacciava brandendo l'arnese appuntito

Stanotte, verso le ore 2, un trentenne leccese ha rapinato un cittadino israeliano; prima lo ha aggredito alle spalle, poi gli ha appoggiato alla pancia un oggetto appuntito facendosi consegnare 100 euro prima di darsi alla fuga.

LA SECONDA VITTIMA- La stessa scena si è ripetuta circa due ore dopo, ma con un epilogo diverso. Il malvivente ha aggredito alle spalle un altro uomo, cittadino del Bangladesh, per poi puntargli all’altezza dello stomaco lo stesso oggetto acuminato e farsi consegnare il portafogli. Questa volta però il rapinato ha trovato la forza di reagire, è riuscito a divincolarsi dalla presa e fuggire allertando subito la Centrale Operativa su quanto fosse avvenuto.

L'ARRESTO - Gli agenti, sulla base delle descrizioni fornite dal rapinato, sono riusciti ad individuare il leccese e a bloccarlo, trovandolo in possesso di un cacciavite, con il quale aveva minacciato i due malcapitati. L’uomo, già gravato da precedenti, è stato pertanto arrestato per rapina e tentata rapina.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinava minacciando le vittime con un cacciavite: in arresto
BolognaToday è in caricamento