menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Rapina a Pieve di Cento, le vittime: 'Coltello puntato e poche parole"

Sabato pomeriggio poco prima della chiusura, una rapina alla Farmacia Levante. Nessun cliente, solo le due farmaciste, che si sono viste puntare un coltello: "Erano in due, incappucciati. Un grande spavento"

"Hanno detto solo poche parole in italiano, poi sono fuggiti con la refurtiva lasciandoci con il nostro spavento". Una delle due dipendenti della Farmacia Levante di Pieve di Cento ripercorre con la mente quei pochi minuti che sono sembrati lunghissimi, durante i quali due uomini sono entrati incappucciati nel negozio armati di coltello con lo scopo di mettere a segno una rapina.

"Erano le 18.10/18.15 di sabato pomeriggio, a circa tre quarti d'ora dall'orario di chiusura - spiega una delle due farmaciste, entrambe sui trent'anni - quando in farmacia non c'era nessuno, sono entrati due uomini con il volto coperto da un passamontagna. Si sono avvicinati al bancone e puntandoci un coltello hanno chiesto l'incasso". 

Dunque hanno parlato: da quelle poche parole siete riuscite a capire che origini potessero avere? "Solo tre parole, troppo poche per capire qualcosa sulla loro provenienza: hanno parlato in italiano, ma più di questo non sappiamo dire". 

Quanto il denaro consegnato? Poi che cosa è successo? "Non so quantificare, davvero. E' successo tutto molto rapidamente e lo spavento era tanto. In un attimo, una volta recuperata la refurtiva, sono fuggiti fuori e a quel punto abbiamo chiamato le forze dell'ordine". 

Sono fuggiti a piedi? Avevate già subito delle rapine in passato? "Non so come siano fuggiti. Una volta usciti dalla farmacia li abbiamo persi di vista e ci siamo occupate solo di fare una telefonata ai Carabinieri per denunciare l'accaduto. Da quando lavoriamo qui per fortuna è la prima rapina e speriamo fortemente che resti un caso isolato". 

Le farmacie sono spesso prese di mira da malviventi e rapinatori: fra gli ultimi casi registrati nella nostra provincia una spaccata in via Emilia Ponente  e alcuni episodi di minacce con siringa, seguite dall'arresto di un rapinatore seriale specializzato proprio in farmacie. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

SuperEnalotto, la fortuna bacia Bologna: centrato un '5'

Salute

Covid19, vaccini dal medico di base: quello che c'è da sapere

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento