rotate-mobile
Cronaca via Matteotti

Pieve di Cento, rapina in gioielleria: si spacciano per dei clienti, "ripuliscono" le vetrine

In quattro, a volto scoperto e senza armi, sono entrati nel negozio con la scusa dell'acquisto di un anello. Poi le minacce alla titolare del negozio e la fuga con le tasche piene di preziosi

Nuova rapina nel bolognese, questa volta nel mirino è finita una gioielleria  di Pieve di Cento, assaltata ieri nel tardo pomeriggio, in prossimità dell'orario di chiusura. A mettere a segno il colpo sono stati quattro uomini, che hanno agito non armati e a volto scoperto.

Secondo la ricostruzione dei Carabinieri della locale Stazione, allertati dalla titolare dell'esercizio, i malviventi sarebbero entrati nel negozio spacciandosi per dei normali clienti. Hanno chiesto informazioni circa l'acquisto di un anello, poi sono passati alle minacce. Hanno intimato alla gioielliera di consegnargli alcuni preziosi esposti negli scaffali della vetrina.

La donna, spaventata, ha eseguito gli ordini. A quel punto, con il malloppo in tasca, i quattro sono fuggiti a bordo di un utilitaria parcheggiata su via Giacomo Matteotti, nei pressi dell'esercizio. L'Arma indaga.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pieve di Cento, rapina in gioielleria: si spacciano per dei clienti, "ripuliscono" le vetrine

BolognaToday è in caricamento