Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza Maggiore, 4

Furto alla gioielleria Veronesi per 200mila euro: preso il capo della banda

59anni colombiano a capo di un gruppo di connazionali e di messicani specializzati in furti in gioiellerie. Ricercato anche dall'Interpol

Entravano e, distraendo i commessi, rubavano i preziosi. A Bologna, il 17 aprile 2010, avevano colpito la gioielleria Veronesi, che si affaccia su piazza Maggiore, portando via un bottino di circa 200 mila euro. 

Nei giorni scorsi, Julian Villada Castano, colombiano di 59 anni, è stato rintracciato in Alto Adige, a Naturno, dove era stato fermato per un normale controllo dai carabinieri. E' ritenuto il leader di una banda di ladri sudamericani, specialisti nelle rapine alle gioiellerie: nei suoi confronti è stato così eseguito il fermo emesso tre anni fa dal pm della Procura di Bologna, Laura Sola, cui ha fatto seguito da parte del Gip una misura di custodia cautelare in carcere.

Il colombiano era a capo di un gruppo di connazionali e di messicani, che tra la primavera e l'estate 2010 aveva messo a segno diversi furti nel Nord Italia, tra Piemonte, Veneto ed Emilia-Romagna, con base in Lombardia. Le indagini della squadra mobile bolognese portò a nove arresti dopo un tentativo di furto fallito a Valdagno, nel vicentino. In seguito, a luglio, la Procura emise cinque fermi, di cui tre furono eseguiti subito, mentre Villada Castano e un altro riuscirono a fuggire all'estero. Le ricerche proseguirono, anche con l'Interpol. Fino al 7 ottobre, quando è arrivata la segnalazione dei carabinieri di Naturno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto alla gioielleria Veronesi per 200mila euro: preso il capo della banda

BolognaToday è in caricamento