Rapina in Montagnola: aggredito dal branco e derubato, 21enne in arresto

Coltello, pugni e spray urticante per aggredire e poi derubare un venditore ambulante. Autori un gruppetto di pusher attivi in piazza VIII Agosto: dopo lunghe indagini arrestato anche l'ultimo rapinatore rimasto a piede libero

Coltello, pugni e spray urticante per aggredire e poi derubare un venditore ambulante. Autori della violenta rapina, consumatasi lo scorso giugno in Montagnola, un gruppetto di 5 pusher attivi nei dintorni di piazza VIII Agosto. Dopo lunghe indagini avviate dalla polizia è stato arrestato e tradotto in carcere anche l'ultimo rapinatore rimasto a piede libero: un 21enne di origini tunisine.

Il fermo è scattato ieri, in via Bovi campeggi, al termine di un periodo di monitoraggio: gli agenti lo seguivano da tempo, il giovane infatti era l'ultimo tassello mancante per chiudere il cerchio intorno alla brutta aggressione. Nei mesi scorsi sono già stati intercettati ed arrestati i suoi cinque sodali: tutti soggetti già noti alle forze dell'ordine per la loro attività di spaccio. 
Una volta bloccato dai poliziotti, il giovane è stato perquisito e trovato in possesso di oltre 4.5 grammi di hashish. Oltre ad essere arrestato per rapina aggravata in concorso, è stato perciò anche denunciato per detenzione di sostanza stupefacente. 

AGGRESSIONE DI GRUPPO. Da quanto aveva ricostruito la Polizia, la era stata avvicinata da un gruppetto di nordafricani. Erano in 5, lo hanno 'abbordato' avvicinandolo con fare minaccioso e incalzandolo: 'Cosa hai da guardare?'. Quindi lo hanno accerchiato, uno di loro ha estratto una bomboletta spray, poi rinvenuta sul posto dagli inquirenti, e non ha esitato a spruzzare il contenuto urticante negli occhi del malcapitato. Altri due gli si sono parati contro, uno minacciandolo con un coltello, l'altro con una bottiglia di vetro raccolta per terra. Quindi un quarto uomo lo ha assalito: prendendolo a pugni lo ha buttato a  terra e gli ha poi strappato  il marsupio, contenente l'incasso dell'intera giornata di lavoro, alcune centinaia di euro. A quel punto il gruppetto si è dileguato, sparpagliandosi per le vie limitrofe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Musica a tutto volume nel condominio, i carabinieri gli staccano la luce

  • Diodato canta a sorpresa "Fai rumore" sotto i portici di via Oberdan

  • Incidente sulla A13: camion esce di strada e "disperde" centinaia di stecche di sigarette di contrabbando

  • Incidente a Castenaso: scoppia una gomma, schianto frontale e due feriti

  • Incidente a Monte San Pietro, malore alla guida: automobilista si schianta e muore

Torna su
BolognaToday è in caricamento