menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

Centro storico: siringa e spranga di ferro, tre rapine in tre giorni

Dovrà rispondere di tentata rapina e rapina aggravata un 35enne arrestato ieri sera dalla Polizia

Dovrà rispondere di tentata rapina e rapina aggravata un cittadino lituano di 35 anni, arrestato ieri sera poco prima delle 23 dalla Polizia, ma definirlo 'recidivo' non è abbastanza. 

Stessa scena, medesimo copione. Nel giro di pochi minuti è entrato all'Absolute Cafe di via Petroni e alla gelateria Stefino di via San Vitale: con una siringa contenente liquido rosso, ha minacciato i dipendenti chiedendo la somma esatta di 40 euro: "Ho l'HIV, dammi i soli e nessuno si farà male, poi se vuoi chiama la polizia". 

Nel primo caso, il barista, un 30enne bolognese, lo ha cacciato dal locale, nel secondo invece la ragazza al banco, un 33enne sempre bolognese, ha ceduto e gli ha consegnato il denaro. 

In via San Vitale e in via Petroni si sono portate due volanti. Gli agenti hanno raccolto le testimonianze e, in base alle descrizioni, hanno immediatamente capito che si trattava dello stesso rapinatore che solo il giorno prima era stato denunciato per rapina, lesioni, porto abusivo di armi, nonché per 'esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle persone', dopo aver compiuto due rapine in un mini-market di via Fossalta brandendo una spranga di ferrro e colpendo il commesso. 

E' stato fermato e ammanettato in Via Santo Stefano, dopo aver ammesso l'acquisto di 0,25 grammi di eroina da uno spacciatore in Piazza Aldrovandi. Ora è in carcere in attesa della convalida dell'arresto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento