rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca Via Don Luigi Sturzo

Via Don Sturzo, rapina armata in tabaccheria: banda al palo

Entrati nel negozio a volto scoperto verso l'orario di chiusura, avevano puntato la pistola in faccia alla titolare

Avevano rapinato una tabaccheria in Via Don Sturzo il 29 giugno del 2013, ora sono tutti in carcere. Entrati nel negozio a volto scoperto verso l'orario di chiusura, avevano puntato la pistola in faccia alla titolare, una bolognese di 63 anni, riuscendo a portare via la sua borsetta e l'incasso di 1.800 euro. Uno dei malviventi, G.S. bolognese 34enne, con alle spalle vari precedenti, era già stato riconosciuto e arrestato un mese dopo.

In carcere, aveva fatto il nome dei complici che ora sono stati rintracciati dalla Polizia: in manette sono finiti B.A., 45enne nato a Palermo, colpevole di aver procurato la pistola, risultata essere una calibro 22, ma mai rinvenuta. Indagato anche lo zio, B.F., ritenuto dagli inquirenti l'ideatore del colpo. In carcere anche M.M., 25enne, e C.F., 46enne. I tre, tutti pregiudicati e stanziali in città, sono stati rintracciati presso alcuni parenti in Sicilia.

Nel 2013 sono state prese di mira diverse tabaccherie del territorio bolognese: nel quartiere Santa Viola, in Via Emilia Levante, in via Bentini e anche a Funo di Argelato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Don Sturzo, rapina armata in tabaccheria: banda al palo

BolognaToday è in caricamento