Cronaca Savena / Via degli Ortolani

Avvicinata con una scusa, stordita e derubata da baby-rapinatori

Uno di loro ha appena 15 anni, insieme ad un complice ha avvicinato la vittima chiedendo indicazioni stradali, quindi l'hanno intontita con uno spry potente e rapinata. Ieri sono finiti in manette

Baby-rapinatori in azione: sono giovanissimi ma anche molto scaltri e veloci nell'agire. Uno di loro ha solo 15 anni, l'altro pochi di più. Entrambi romeni, entrambi sono finiti in manette con l'accusa di avere rapinato una ventisettenne di origine coreana, aggredita la sera del 16 novembre scorso in via degli Ortolani, zona Murri, mentre andava in palestra.

L'AGGRESSIONE. La giovane era stata avvicinata con la scusa della richiesta di un'indicazione stradale, trascinata in un giardino, stordita con uno spray irritante e rapinata di 100 euro e dell'Iphone. S. F, 20 anni, e I.R., 15 anni, entrambi già con precedenti, sono stati identificati già 48 ore dopo il fatto dagli investigatori della squadra Mobile, grazie ad appostamenti e intercettazioni telefoniche.

Nelle ore successive i due romeni sono stati rintracciati, nella stessa zona, e fermati con l'accusa di rapina aggravata in concorso. Entrambi sono stati riconosciuti dalla vittima: secondo la polizia, a spruzzarle in faccia lo spray era stato il quindicenne, mentre il complice l'aveva trascinata nell'area verde e derubata. Dopo il fermo, il più grande è finito in carcere con un'ordinanza di custodia cautelare, mentre il minorenne, trovato in possesso dell'Iphone, è stato rimesso in libertà.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvicinata con una scusa, stordita e derubata da baby-rapinatori
BolognaToday è in caricamento