Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Navile / Via di Saliceto

Allarme rapina, ma era una vendetta contro l'ex: sfilza di denunce per due donne

Hanno fatto arrestare un uomo per una tentata rapina con spray al peperoncino, ma era una messinscena

Prima arrestato e poi liberato. E' accaduto a un cittadino marocchino 36enne, accusato da due donne, una 26enne e 24enne campane, residenti in città, di tentata rapina.

Ieri alle 17.30, una chiamata al 113 segnalava un rapinatore in fuga in sella a una bici, in via di Saliceto. Gli agenti della volante arrivati sul posto hanno "appurato" che un uomo le aveva avvicinate e aveva tentato di strappare lo zaino alla 26enne, che la ragazza aveva reagito e che a quel punto il rapinatore aveva spruzzato lo spray al peperoncino, poi trovato a terra, poer poi fuggire in bici. In base alle descrizioni, il "colpevole" è  stato individuato poco più tardi in zona e arrestato per tentata rapina aggravata. 

Una volte in questura per formalizzare la denuncia e l'arresto, le due ragazze hanno ritrattato, confessando di aver organizzato la messinscena per vendicarsi dell'uomo, con il quale la 26enne aveva avuto una relazione finita in modo "burrascoso", facendo quindi trovare anche sul posto lo spray urticante. 

Sono state denunciate per calunnia, procurato allarme, falsità ideologica da privato in atto pubblico, simulazione di reato e interruzione di servizio pubblico, per aver tenuto impegnati i poliziotti per diverse ore. Il 36enne è stato così liberato, rimediando solo la denuncia per ricettazione della bicicletta che utilizzava per spostarsi. 

Simulano rapimento per addio al celibato: arrivano i carabinieri 

"Mi hanno sequestrato e rapinato", invece si è giocato 500 euro: denunciato per simulazione di reato

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme rapina, ma era una vendetta contro l'ex: sfilza di denunce per due donne

BolognaToday è in caricamento