rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca Navile / Via Stalingrado

Stalingrado, ragazzino "incastra" rapinatore: sotto minaccia gli aveva rubato il cellulare

Dopo due giorni dalla rapina subita ha riconosciuto il rapinatore e lo ha fatto arrestare. In tasca aveva la micro-sim in cui c'erano ancora le foto che il ragazzino aveva sul telefonino

Arrestato un uomo di origini algerine per aver rapinato un minorenne in zona via Stalingrado. Era la sera del 22 marzo quando il ragazzino è stato fermato dal 21enne che lo ha minacciato con una lama e si è fatto consegnare tutto quello che aveva di valore: un telefono cellulare. Erano le 23.45 circa e il minore ha chiamato subito la Polizia per denunciare il fatto. Il dirigente delle volanti Stanislao Caruso descrivendo l'accaduto ha commentato positivamente l'atteggiamento della vittima: "Non ha avuto paura e ci ha chiamati immediatamente, è stato bravo a riconoscere il malvivente".

INCONTRA PER CASO IL RAPINATORE E LO RICONOSCE. Un paio di giorni dopo, il ragazzino riconosce l'individuo che lo aveva rapinato in zona Montagnola e chiama subito gli agenti. Dopo un confronto sugli elementi a disposizione la Polizia ha fermato il sospettato lungo via Indipendenza: la perquisizione lo ha incastrato definitivamente perchè oltre alla lama (che erano delle mezze forbici con la stessa impugnatura descritta dalla vittima) il rapinatore aveva anche una micro-sim che conteneva le foto del minorenne, evidentemente estratta dal telefono rubato. Per il giovane algerino, che è senza fissa dimora, è stato effettuato un fermo di Polizia Giudiziario e sono emersi diversi precedenti a suo carico, oltre a molte foto-segnalazioni.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalingrado, ragazzino "incastra" rapinatore: sotto minaccia gli aveva rubato il cellulare

BolognaToday è in caricamento