Rapinatore 'con cappello di paglia': l'uomo fermato potrebbe essere lui

Le vittime, rapinate e malmenate in via Gigli e in via Goito, lo avevano descritto proprio con questo copricapo in testa. Insieme a lui anche un 'complice': entrambi sono stati condotti in Questura

In una sola giornata ha mandato all'ospedale tre persone, rapinate e malmenate in due momenti ravvicinati della giornata (giovedì 14 ndr) e in due luoghi differenti, via Gigli e via Goito. Tratto distintivo, un cappello di paglia in testa e un secondo uomo sempre al suo seguito. 

I due episodi violenti: rapina un giovane poi malmena una donna

Il primo episodio in zona Murri, dove dopo aver chiesto una sigaretta ha sfilato a un giovane una banconota da 50 euro per poi sferrargli un pugno e allontanarsi, il secondo in centro, dove ha puntato una donna e l'ha costretta a rifugiarsi in un bazar alimentare per sfuggire ai suoi atti violenti, rivolti anche a chi, assistendo alla scena, stava chiamando le forze dell'ordine. 

Ebbene, la Polizia alla fine individuato il sospettato ieri nel tardo pomeriggio in zona San Luca. Il giovane sospettato, descritto da vittime e testimoni come 25/30enne e il suo 'amico' sarebbero stati condotti negli uffici della Questura per le identificazioni e gli accertamenti del caso. Si cercherà di capire se si tratta delle stesse persone. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio di Vasco Rossi Lorenzo si è sposato: tutta la felicità in una foto

  • Grave lutto per Cesare Cremonini: morto il papà Giovanni

  • Tre appartamenti all'asta in via Amendola: il bando Invimit scade il 20

  • Lutto all'Alma Mater: morto a 94 anni Alfonso Traina, professore emerito, filologo e latinista

  • Piazzola sospesa per due giorni, gli ambulanti protestano

  • Funerale Giovanni Cremonini, in centinaia per l'ultimo saluto al babbo di Cesare

Torna su
BolognaToday è in caricamento