menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapinatore seriale, evade dai domiciliari: ora è in carcere

Rintracciato dalla squadra Mobile mentre era ancora a piede libero in città. A lui e a un complice attribuiti sette 'colpi' ai danni di alcuni commercianti

Era già stato arrestato per una serie di sei rapine nel 2019, ma da qualche tempo si era allontanato dai domiciliari e reso irreperibile. Ieri la squadra mobile di Bologna ha nuovamente tratto in arresto A.L., 26 anni, cittadino moldavo per evasione, e lo ha portato questa volta in carcere.

I fatti addebitati al 26enne risalgono quindi a un apio di anni fa, quando con l'aiuto di un connazionale, F.M. 34 anni, si è reso responsabile di sei rapine tra Casalecchio e Bologna, tutte ai danni di piccoli commercianti stranieri e italiani.

I due rapinatori, infatti, approfittavano del fatto che tali esercizi commerciali sono aperti fino a sera inoltrata e, nel momento in cui non era presente clientela, entravano all’interno e mentre uno dei due colpiva violentemente l’addetto alle vendite immobilizzandolo, l’altro asportava il cassetto del registratore di cassa con l’incasso della giornata.

I due malfattori inoltre avevano colpito anche a Casalecchio di Reno (BO) agendo con le medesime modalità richiamate presso una Tabaccheria e una Gelateria.

In occasione dell’ultima rapina perpetrata dai due, il 10 maggio 2019 in via Montefiorino, presso un negozio di generi alimentari, si riusciva a scorgere analizzando sul posto le immagini delle telecamere presenti in negozio che nelle fasi della rapina, mentre i due stavano colpendo violentemente il malcapitato addetto, uno dei due, senza guanti appoggiava una mano sul bancone.

Grazie così all’ausilio della Polizia Scientifica è riuscita a isolare un’impronta utile per confronti che risultava appartenere a 34enne. La successiva attività info investigativa, grazie all’analisi dei contatti e del “profilo facebook” del soggetto individuato, si risaliva all’identità anche del secondo rapinatore.

Dello scorso aprile poi, l’ordinanza applicativa degli arresti domiciliari per entrambi gli indagati emessa dal Gip del Tribunale di Bologna su richiesta della locale Procura della Repubblica. Successivamente, il 2 febbraio 2021, L.A. è stato arrestato per evasione dagli arresti domiciliari. Ora la notifica dell'aggravamento della misura, con la traduzione diretta presso la Dozza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento