Cronaca Via Ada Negri

Weekend: tra rapine, furti e aggressioni

18enne rapinata e aggredita sotto casa, svaligiata l'area ecologica Hera di Zola, sedicenti arrotini in azione, razzia nei negozi, blitz al Mineral Show: bottino in pietre minerali

Un weekend movimentato quello appena trascorso, tra rapine, aggressioni, furti e malintenzionati in azione. Maglia nera va a via di Corticella, dove nella giornata di ieri, domenica, a poche ore di distanza l'una dall'altro si sono registrate due rapine e un furto in negozio.
Ma anche le altre zone della città e comuni felsinei non sono comunque rimasti in 'ozio'...

18ENNE AGGREDITA IN VIA NEGRI. Momenti di panico nella serata di ieri per una studentessa 18enne, inseguita e rapinata da un rumeno mentre rincasava a piedi, nei pressi di via Negri. Erano le 23 quando la giovane, dopo essersi resa conto di essere tallonata, ha iniziato a correre verso casa, ha fatto appena in tempo ad urlare aiuto quando è stata afferrata e immobilizzata dal suo inseguitore. Le grida di di disperazione della ragazza hanno destato l'attenzione dei genitori scattati all'esterno in soccorso della figlia che stava lottando disperatamente. Il malvivente, dopo averle sottratto l'I-phone, si è scagliato contro il padre della vittima, ma la colluttazione è durata poco perché l’autore si è dato alla fuga. Finita con il sopraggiungere di una pattuglia dei carabinieri. L’uomo, D.S., 32enne, nato in Romania, celibe, nullafacente, con precedenti di polizia per molestie ed invasione di terreni, senza fissa dimora, è stato arrestato per rapina, lesioni personali e resistenza a Pubblico Ufficiale e condotto direttamente alla Dozza. La vittima e il padre accompagnati al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore sono stati medicati e rilasciati con una prognosi di giorni 5 per ferite lacero contuse.

UBRIACO MOLESTO IN VIA ZAMBONI. Altro intervento dell'arma ieri nei pressi di un locale notturno in via Zamboni, dove un 27enne in evidente stato di ebbrezza alcolica, ha tentato di accedere all’interno nonostante il rifiuto del personale addetto alla sicurezza, il quale lo aveva invitato a non urlare e non spintonare i clienti in attesa di entrare. Dopo aver molestato alcune persone in attesa di entrare nel locale, il giovane ha iniziato ad inveire anche contro alcuni agenti allertati sul posto. Per lui sono scattate le manette per resistenza e oltraggio a Pubblico ufficiale.

FURTI A CASALECCHIO. A Casalecchio di Reno nel weekend invece si sono registrati vari furti: da quello avvenuto presso il centro commerciale “Shop Ville Gran Reno” - dove un cittadino straniero ha fatto una consistente spesa al Carrefour evitando di passare per la cassa - al 'colpo' messo a segno durante l’esposizione “Mineral Show”. Qui un uomo, fingendosi appassionato di pietre e smeraldi, è riuscito ad asportare 2 pietre del valore di 400 euro. L’azione non è passata ad alcuni presenti, e il ladro è stato bloccato nelle vicinanze dai carabinieri.

STRANI ARROTINI hanno invece gettato scompiglio a Budrio prima di essere denunciati per estorsione in concorso. Qualche giorno fa, i due malviventi si erano recati presso l’abitazione di un 38enne che stava effettuando alcuni lavori di giardinaggio. I due, che si erano improvvisati “arrotini”, gli avevano proposto di affilare le tre forbici che stava utilizzando per tagliare la siepe. Al momento della restituzione delle stesse hanno però preteso un corrispettivo pari a 270,00 euro. Una cifra fuori mercato che ha lasciato basito  il giardiniere, il quale si rifiutava di pagare una somma così inappropriata. I due complici a questo punto hanno cominciato ad intimidire la vittima con pesanti minacce, fino a che non l' hanno costretto a farsi consegnare tutto ciò che aveva nel portafoglio. La vittima impaurita per l’accaduto ha sporto denuncia, così i due impostori sono finiti nei guai.

SVALIGIATA AREA ECOLOGICA HERA. A Zola Predosa, sabato sera, blitz presso l’area ecologica dell’Hera, dove due malviventi sono stati sorpresi in flagrante ad asportavano del materiale ivi custodito. Gli autori immobilizzati e perquisiti dai Carabinieri, sono stati accompagnati presso i propri domicili di residenza, in attesa fino alla celebrazione del rito direttissimo previsto per la giornata odierna.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend: tra rapine, furti e aggressioni
BolognaToday è in caricamento