menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapine nei negozi del centro, tradito dai tatuaggi: c'è un arresto

I 'colpi' tutti tra agosto e settembre in Ugo Bassi e Saragozza. Determinanti per il riconoscimento alcune lettere tatuate sulla mano, riprese dalle telecamere di sorveglianza

E' stato arrestato il presunto rapinatore dei negozi del centro storico, sospetto autore una serie di 'colpi' avvenuti tra agosto e le prime settimane di questo settembre.

La squadra mobile di Bologna, dopo alcune indagini, è risalita a un sospettato, E.P. , 48 anni, cittadino italiano. Secondo i poliziotti della sezione crimine diffuso è lui il soggetto che nelle ultime settimane ha preso di mira tre negozi e una farmacia, tra il centro e Saragozza.

Gli episodi attribuiti al 48enne sono: il negozio “Ingram” di via Ugo Bassi il 12 agosto, una parafarmacia in Strada Maggiore il 3 settembre, il negozio di abbigliamento “Dogo” di via Ugo Bassi l’8 settembre e una Farmacia in via Saragozza l’11.

In tutti gli episodi il modus operandi era sempre lo stesso. L'uomo entrava travisato da un cappello e la mascherina al volto e minacciava le commesse presenti all’interno del negozio con un coltello facendosi consegnare l’incasso.

Tuttavia il rapinatore non si accontentava solo dei contanti in cassa e costringeva le vittime ad aprire le proprie borse e consegnargli anche i loro di soldi, prima di obbligarle a nascondersi nel retro dei negozi o nei bagni in modo tale da guadagnarsi la fuga e ritardare l’intervento della Polizia.

Partendo dalle testimonianze delle vittime. gli investigatori della Mobile hanno visto due particolari: le modalità dell’azione, sempre le stesse, e che il rapinatore presentava dei tatuaggi su entrambe le mani e un coltello con un manico blu.

E' partita quindi la visione di ore e ore di filmati di videosorveglianza, ricerca che ha fruttato il volto del sospettato. Il 48enne, poi risultato bolognese con diversi precedenti in materia, è stato bloccato lunedì scorso, mentre era in centro. 

Addosso al lui è stato rinvenuto anche un cutter dal manico blu, presumibilmente lo stesso utilizzato per commettere le rapine contestategli e con il quale era probabilmente in procinto di commetterne una quinta.

Gli agenti sono andati a perquisire poi l'abitazione del soggetto, dove sono stati trovati anche i vestiti indossati nei giorni delle rapine. Al rapinatore, il GIP del Tribunale di Bologna ha applicato la custodia cautelare in carcere.

rapine negozi 2-2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

L'Oroscopo di marzo segno per segno: ecco cosa prevedono gli astri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento