menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

Giovani rapinatori in trasferta in Riviera: dieci nei guai, fra loro anche minorenni

Si davano appuntamento a Riccione, la sera aggredivano e derubavano per poi rientrare nelle loro città

Rapine in serie messe a segno da giovanissimi in Riviera. I Carabinieri di Riccione hanno chiuso le indagini con dieci denunce a carico di quattro minorenni, due del bolognese e due del milanese, di un cittadino egiziano 21enne, già noto alle forze dell'ordine e residente a Bologna, di un 19enne di origine marocchina, già noto alle forze dell'ordine e residente in Puglia, e quattro 18enni, tre dei quali di Varese, anche loro con precedenti, e un ragazzo di Bologna.

Sono ritenuti i responsabili delle rapine tra luglio e agosto ai danni di alcuni coetanei, la maggior parte turisti, per le vie del centro. Le aggressioni venivano perpetrate anche con l'uso di coltelli e minacce per rubare soldi, cellulari, abiti e accessori firmati.

Baby gang in trasferta in riviera: scattano gli arresti 

Grazie alla denuncia di un modenese, vittima di rapina il 5 luglio, i Carabinieri avevano concentrato la loro attenzione sulle immagini delle telecamere di videosorveglianza installate lungo le vie del centro che hanno permesso di individuare i responsabili e ricostruire gli spostamenti di alcuni componenti del gruppo anche nei giorni precedenti. E così che gli investigatori hanno scoperto altre rapine e aggressioni non denunciate dalle vittime per paura di ulteriori ritorsioni.

Come fanno sapere i militari, i componenti della baby gang si davano appuntamento a Riccione, dove alloggiavano in residence e alla sera aggredivano e derubavano. Messi a segno i vari colpi si salutavano e rientravano nelle loro città, facendo perdere le tracce velocemente.

Leggi gli approfondimenti su RiminiToday 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento