Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tre colpi ai supermercati: preso il rapinatore con il "coltello bianco"

Agiva sempre con le stesse modalità: con il volto semicoperto dalla mascherina, si avvicinava alle casse, estraeva un coltello e lo puntava verso la cassiera

 

Agiva sempre con le stesse modalità: entrava all’interno del supermercato con il volto semicoperto dalla mascherina chirurgica, si avvicinava alle casse e, dopo aver finto un acquisto, estraeva dalla tasca un coltello e lo puntava verso la cassiera, facendosi consegnare tutto l’incasso della giornata per poi fuggire.

La Squadra Mobile di Bologna, nell’ambito di un’attività coordinata dal Sostituto Procuratore Gabriella Tavano, ha eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari a carico di un cittadino italiano, D.R., 35enne ritenuto responsabile di tre rapine ad altrettanti supermercati.

Le rapine sono state messe a segno tra il 2 e il 26 settembre scorsi, nella zona Porto della città, ovvero in via Saffi, in via Berti e in via Montefiorino. Il 35 entrava all’interno del supermercato con il volto semicoperto dalla mascherina chirurgica, si avvicinava alle casse, estraeva dalla tasca il coltello e lo puntava alla malcapitata cassiera. Dopo essersi fatto consegnare tutto l’incasso della giornata si dava alla fuga. In tutto la refurtiva ammonta a oltre 2mila euro. 

Minacce con un coltello di ceramica 

In sede di denuncia emergeva una particolarità: un coltello di grandi dimensioni di ceramica bianco e verde. Le indagini, condotte dal personale della Squadra Mobile – IV Sezione contrasto al crimine diffuso - che ha analizzato tutte le immagini relative agli episodi, ascoltato le vittime e i vari testimoni, ha portato alla ricostruzione dei fatti, nonché all’individuazione di R.D., già pregiudicato per reati della stessa specie.

I poliziotti hanno effettuato una perquisizione a casa dell’uomo, dove hanno rinvenuto i vestiti utilizzati durante le rapine e la lama con la quale minacciava le vittime. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento