Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Rave nella notte all'autodromo di Imola: impianto sequestrato, partono le denunce

Identificate alcune decine di persone. La location della festa sul colle al centro del parco delle Acque Minerali

Notte brava per alcune decine di giovani, provenienti da Imola e dintorni, all'interno dell'autodromo di Imola e più precisamente al parco delle acque minerali, sul monte Castellaccio. Qui, da notte fonda fino all'alba il potente impIanto -come si usa in questi casi- ha diffuso le veloci e ritmate musiche sintetiche, che sono arrivate sino ai condomini in città.

Per questo motivo le forze dell'ordine sono intervenute, ma solo quando molti dei partecipanti avevano già lasciato il luogo dell'evento. Sono comunque in arrivo decine di denunce, oltre all'impianto, già sequestrato a quelli che sono ritenuti gli organizzatori della festa abusiva.

Festa abusiva che fa vibrare anche le corde della politica. Il sindaco Marco Panieri (Pd) condanna l'episodio appuntando che "Imola è piena di luoghi di aggregazione per i ragazzi, che operano nel pieno rispetto delle regole, quindi non c’era nessun bisogno di dare vita a questa festa abusiva" tanto più "in una proprietà comunale" come è il parco all'interno dell'autodromo. La Lega e Fdi invece non fanno sconti e chiedono conto al primo cittadino "com'è possibile che una festa abusiva, sia andata avanti per tutta la notte senza alcuna interruzione" e che si ponga "una maggiore attenzione a ciò che accade sul territorio, perché la realtà è ben diversa da quella dei social".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rave nella notte all'autodromo di Imola: impianto sequestrato, partono le denunce

BolognaToday è in caricamento