Cronaca

Rave abusivo all'ex zuccherificio di Argelato: in centinaia sono arrivati da tutta Italia

Sono ancora in atto le operazioni di identificazione da parte dei Carabinieri

Rave all'ex zuccherificio di Argelato. Un migliaio le persone che si sono riunite clandestinamente nell'area per dar vita alla festa abusiva, interrotta solo grazie all'arrivo di una trentina di Carabinieri del Comando Provinciale di Bologna, coadiuvati dal Quinto Reggimento Carabinieri Emilia Romagna e dal Quarto Battaglione Carabinieri Veneto.

I militari sono ancora impegnati nell'identificazione dei giovani arrivati da tutta Italia, per dare vita al rave party,  anche in contrasto con la normativa per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Tutti i partecipanti saranno sanzionati per aver violato le norme anti Covid-19,  e dovranno rispondere del reato di invasione di terreni o edifici e qualora siano accertati i danni che hanno provocato durante l’occupazione abusiva, anche del reato di danneggiamento.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rave abusivo all'ex zuccherificio di Argelato: in centinaia sono arrivati da tutta Italia

BolognaToday è in caricamento