rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

“Real Bodies” e “Jurassic Experience”: le mostre chiudono. “Non me la sento di barattare la salute per il profitto”

Si tratta di una chiusura temporanea, riapriranno il 5 febbraio: "Momento storico in cui tutti dobbiamo fare il nostro dovere per il bene della comunità”

“Non me la sento di barattare la salute per il profitto”. Così amministratore unico di Venice Exhibition, Mauro Rigoni, che in città ha all'attivo gli eventi espositivi “Real Bodies Experience” e “Jurassic Experience”, allestiti rispettivamente a Palazzo Pallavicini allo spazio DumBo di Bologna, oltre a “Scienzaland” allo Spazio Ventura di Milano.

“Per rallentare l'avanzata della variante Omicron chiuderemo dal 9 gennaio al 5 febbraio tutte le mostre aperte a Bologna e Milano”, fa sapere l'azienda: “Nonostante le mostre stessero vivendo buone performance di ingressi - ma - la chiusura sarà solo temporanea. Per me rimane comunque difficile chiudere quando le mostre sono a pieno regime avendo già attratto circa 90.000 visitatori in tre mesi, ma è un momento storico in cui tutti dobbiamo fare il nostro dovere per il bene della comunità” spiega Rigoni che dal 2016 allestisce mostre di successo in Italia e all'estero. “Sarà una pausa forzata, temporanea, ma non improduttiva” annuncia Rigoni “abbiamo in serbo arricchimenti sostanziali degli allestimenti aggiungendo nuovi contenuti, e pezzi esclusivi alle mostre”.

A Palazzo Pallavicini viaggio nel corpo umano del futuro: ecco "Real body Experience" | VIDEO

Fra le novità, l'arrivo a “Real Bodies Experience” a fine gennaio 2022 dell'installazione anatomica “Figura in Orgasmo”. L'opera del valore inestimabile, proveniente dalla sede di Palazzo Zaguri a Venezia, è realizzata con la tecnica della plastinatinazione e replica dal vero la posizione anatomica dell'atto sessuale eterosessuale un celebre bozzetto a carboncino del genio Leonardo Da Vinci. L'opera, fa parte di una serie realizzata con la tecnica della plastinazione dedicata all'artista fiorentino del '500 ed era stata ferocemente contestata nel 2018 durante l'edizione allestita a Milano da uno spamming massivo di 500 e-mail minatorie che l'avevano definita “pornografica e blasfema” e, difenderla fu lo storico dell'arte Vittorio Sgarbi.

Le mostre “salvo sviluppi imprevisti della pandemia” riapriranno regolarmente il 5 febbraio e gli allestimenti continueranno a rimanere aperti fino all'1 maggio, per poi richiudere definitivamente, senza più alcuna proroga. “Le mostre erano partite molto bene” conclude l'Ad di Venice Exhibition “a tutt'oggi abbiamo molte scolaresche in attesa di visita nei primi mesi del 2022. Ringraziamo il pubblico dell'interesse con cui ha sempre accompagnato le nostre iniziative. Siamo certi che i nuovi contenuti di alto valore scientifico che aggiungeremo in questo mese di pausa risulteranno molto graditi rappresentando un valore aggiunto”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Real Bodies” e “Jurassic Experience”: le mostre chiudono. “Non me la sento di barattare la salute per il profitto”

BolognaToday è in caricamento