rotate-mobile
Cronaca

Reddito di cittadinanza, fioccano le denunce a Bologna e provincia: ma dal 2022 arriva la stretta

Le ultime a Imola e a San Lazzaro, tra chi aveva dichiarato di essere indigente, o di risiedere in Italia da almeno 10 anni, fino a una donna che, vivendo stabilmente su un’isola caraibica,  sarebbe rientrata in Italia per chiedere il beneficio. Dal 2022 si cambia

Decine le denunce per irregolarità per beneficiare del reddito di cittadinanza, anche a Bologna e provincia, le ultime dieci, a Imola e a San Lazzaro, e le irregolarità sono le più svariate: avevano dichiarato di essere indigenti, di essere residenti in Italia da almeno 10 anni, fino a una donna che, vivendo stabilmente su un’isola caraibica,  sarebbe rientrata in Italia per chiedere il beneficio. 

Vive ai Caraibi, prende il reddito di cittadinanza in Italia. Bolognese nei guai

A livello nazionale, tra il 2019 e il 2021 48 milioni di euro sarebbero stati percepiti illecitamente, oltre 41 milioni solo nel 2021.

Come riferisce Today, ora, il reddito di cittadinanza cambierà, almeno in parte. Il ministro del Lavoro Andrea Orlando sottolinea come nella manovra di bilancio sia stato "intensificato il sistema dei controlli" , ma siano anche previsti "un decalage del beneficio mensile per i percettori occupabili dopo il primo rifiuto e la revoca dopo il secondo rifiuto di un’offerta congrua di lavoro". Lo stesso ministro oggi incontrerà Chiara Saraceno, presidente del comitato scientifico per la proposta di correttivi al rdc.

Il Reddito di cittadinanza è stato rifinanziato, in modo strutturale. L'autorizzazione di spesa è incrementata di 1.065,3 milioni di euro per l’anno 2022, 1.064,9 milioni di euro per l’anno 2023, 1.064,4 milioni di euro per l’anno 2024, 1.063,5 milioni di euro annui per l’anno 2025, 1.062,8 milioni di euro per l’anno 2026, 1.062,3 milioni di euro per l’anno 2027, 1.061,5 milioni di euro per l’anno 2028, 1.061,7 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2029.

Chi subirà un taglio dell'assegno mensile 

Vengono inaspriti i controlli ex ante e reso più stringente il legame con il lavoro, per coloro che sono "occupabili". L’assegno, se l'impianto della manovra sarà confermato definitivamente, calerà di 5 euro al mese a partire dal sesto mese, come avviene al ritmo del 3% per Naspi e Discoll, i sussidi di disoccupazione. Nel caso del Reddito però il taglio è più leggero: l’1% del beneficio economico massimo per un single, pari a 500 euro mensili.  In base a questo schema l’importo sarà quindi ridotto mensilmente di 5 euro, a partire dal sesto mese oppure dal primo no all’offerta di lavoro. Dettagli da limare.

Ma la riduzione non viene applicata alle famiglie in cui tutti i componenti sono inoccupabili o fino a quando c’è un componente sotto i tre anni, con disabilità grave o non autosufficiente. In ogni caso l’assegno non scenderà mai sotto i 300 euro al mese (per un single, da moltiplicare per la scala di equivalenza) e quelli da 300 euro non saranno toccati.

I controlli dei Carabinieri 

I controlli dell’Arma dei Carabinieri, al comando del generale Teo Luzi, proseguono senza sosta: quasi 11mila le persone al setaccio nel 2019, oltre 18mila l’anno scorso, più di 156mila quest’anno. Soltanto nel 2021 sussidi percepiti senza diritto pari a 41.3 milioni, denunciati all’autorità giudiziaria quasi 3.600 percettori. Delle quasi 40mila famiglie con il reddito di cittadinanza controllate in alcune regioni da maggio a ottobre, il 12,6% è risultato irregolare: chi ha inventato di avere figli, proprietari di barche, Ferrari, un centinaio con condanne o precedenti di reati di tipo associativo.

Dalle verifiche effettuate sono emerse una marea di irregolarità che hanno portato ad arresti e denunce in varie parti del territorio nazionale. Tra i denunciati la maggioranza è di italiani, marginale il numero dei truffatori stranieri.

Sul recupero delle somme versate, nessuna certezza. Insomma, che qualcosa vada migliorato nell'impostazione della misura è chiaro. La manovra va in quella direzione. Ma il Senato aspetta verso la fine della settimana la legge di Bilancio, con l’articolato ancora oggetto di verifica e alcune misure che devono trovare la loro stesura definitiva. Intanto i partiti si preparano all’assalto con proposte di modifica che spaziano dalle pensioni al fisco, dal reddito di cittadinanza ai bonus edilizi. E' sul reddito che si alza il livello dello scontro.

Foto archivio 

Reddito di cittadinanza Bologna, ecco il catalogo delle attività obbligatorie

Reddito di cittadinanza senza averne diritto: pizzicati in 16 a Ozzano

Truffa del reddito di cittadinanza: altre tre denunce a Persiceto

False dichiarazioni per il reddito di cittadinanza: altre 10 denunce a Imola e San Lazzaro

'Furbetti' del reddito di cittadinanza, si allunga la lista: altri 29 denunciati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza, fioccano le denunce a Bologna e provincia: ma dal 2022 arriva la stretta

BolognaToday è in caricamento