Cronaca Centro Storico

No ai "risvoltini", il video che fa impazzire il web: 'La nostra lotta è solo all'inizio'

Il video in cui si aggirano per il centro srotolando i risvoltini dei pantaloni è al 5° posto dei video popolari su YouTube Italia. I tre 'relativisti' bolognesi sono decisi decisi a continuare: raduno il 25 gennaio ai Giardini Margherita

Foto Facebook

Sono tre studenti universitari bolognesi, Nelson Venceslai, Matteo Ticca e Francesco Toneatti (per gli amici Tonno), si conoscono sin dal liceo, erano in classe insieme, e circa un anno fa hanno ideato "Relative", un canale youtube che segue l'onda di canali americani già ormai molto famosi: "Come ad esempio VytalizdTv, LAHWF e Roman Atwood che da tempo, oltreoceano, fanno pranks", dicono a Bologna Today. Per i non più giovanissimi, "prank" si traduce semplicemente con "scherzo": si tratta di un nuovo filone di video di alta qualità che sta spopolando negli Stati Uniti e a dire il vero anche in Italia, visto che il loro video in cui si aggirano per il centro di Bologna srotolando i "risvoltini" dei pantaloni, è al quinto posto su YouTube Italia (GUARDA IL VIDEO).

"Presi dalla voglia di metterci in gioco, abbiamo deciso di provare a fare qualcosa di simile qui in Italia, dove ancora canali con un format così strutturato, non c'erano. Relative si propone di portare ogni settimana un sorriso, sia a chi ci guarda sia alle nostre vittime, attraverso candid camera ed esperimenti sociali, sempre con ironia e umorismo. I nostri video sono di vario genere, alcuni servono solo ad intrattenere, altri possono anche far riflettere riguardo tematiche più o meno importanti".

Il vostro video sui risvoltini è diventato virale... "Diciamo che chi lo guarda, secondo noi, pensa 'aaah l'avrei sempre voluto fare anche io, se lo meritano'. Oppure semplicemente lo manda ad amici che hanno i risvoltini o cose del genere. Certamente, non siamo gli unici a odiarli, ecco. Sono antiestetici, non hanno senso. Noi stessi abbiamo chiesto alle vittime 'perchè te li fai?' e ovviamente non abbiamo ottenuto risposta".

Il video è fedele o avete omesso chi vi ha mandato a quel paese? "Ci aspettavamo che qualcuno lo facesse, ma con nostra grande sorpresa non è successo... Altrimenti l'avremmo messo".

Quindi i bolognesi devono temere le vostre incursioni? "La nostra lotta è solo all'inizio". Bocche cucine sulla prossima battaglia: "Prima pensiamo a superare gli esami di Gennaio all'Università, poi vediamo". Di certo qualcosa la svelano: un rrelative-2aduno 'relativista' il 25 gennaio alle 14.30 ai Giardini Margherita, tra viale Dante Drusiani e viale Rino Cristiani.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No ai "risvoltini", il video che fa impazzire il web: 'La nostra lotta è solo all'inizio'

BolognaToday è in caricamento