Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Consigliere aggredito al Reno Splash: 'Mi hanno accerchiato, spintonato e buttato fuori'

Carabinieri sul posto. Il capogruppo di ‘Uniti Per Cambiare Marzabotto’ spiega: "Volevo registrare cosa accadeva all’interno della manifestazione tanto contestata, tra degrado, consumo di cannabis e alcol, alla presenza anche di minorenni”

Insultato verbalmente, accerchiato, spintonato e buttato fuori mentre qualcuno gli strappava il cellulare dalla mano buttandolo in un campo. Così  Morris Battistini, capogruppo e consigliere di minoranza di ‘Uniti Per Cambiare Marzabotto’,  denuncia di aver subito un’aggressione  nel corso di Reno Splash, il festival che da anni vuole promuovere attraverso incontri, sport e dibattiti, la conoscenza e il rispetto delle diverse culture del mondo a Marzabotto.

Morris Battistini,-2Cornice della manifestazione il parco Peppino Impastato dove, sabato pomeriggio, Morris è entrato insieme a due collaboratori. “Da sempre questa manifestazione non è ben vista né voluta da molti cittadini di Marzabotto - spiega -. Per questo sabato avevo deciso di andare a  fare un giro insieme a due collaboratori, per verificare personalmente se ciò che mi era stato riferito fosse vero o meno. Sin dal parcheggio l’odore di marijuana era fortissimo, e una volta dentro, subito hanno iniziato a insultarmi dandomi del fascista e del provocatore. Ho proseguito il giro, tenendo in mano il cellulare attraverso il quale filmavo non solo quanti mi aggredivano verbalmente, ma anche quanti mi hanno aggredito fisicamente poco dopo. Il mio intento, infatti, era quello di registrare cosa accadeva all’interno della manifestazione tanto contestata, tra degrado, consumo di  cannabis e alcol, alla presenza anche di numerosi minorenni”.

Una situazione che è degenerata nel giro di poco tempo, tanto che il consigliere comunale, a furia di spintonate e spallate, è stato cacciato fuori. “Una delle persone che era con me è corsa a recuperare il cellulare che mi avevano strappato dalle mani mentre mi stavano aggredendo, spingendomi e strattonandomi, e ha chiamato i carabinieri. Una decina di militari sono arrivati poco dopo. Hanno raccolto la mia testimonianza e sono entrati. E io li ho seguiti. Qui è stata sequestrata per accertamenti una pianta e altre sostanze trovate nei vari stand - incalza Morris -. Ciò che doveva essere un festival antirazzista dal sapore di pace e integrazione si è dimostrato un ritrovo per offendere e aggredire chi non ha stessi pensieri e opinioni”. Su quanto accaduto, il consigliere, oltre a segnalare tutto alle autorità competenti, consegnando anche dei video che avrebbero registrato l’aggressione, ha raccontato tutto ai suoi esponenti di partito raccontando il movimentato sabato pomeriggio, denunciando tutto anche attraverso un lungo sfogo su Facebook.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consigliere aggredito al Reno Splash: 'Mi hanno accerchiato, spintonato e buttato fuori'

BolognaToday è in caricamento