Monumento al re, torna dopo restauro sulla facciata di Palazzo D'Accursio

Due bronzi liberty simboleggiano l'amor patrio e il valir militare. Fine lavori prevista per ottobre

FOTO DIRE

Il prossimo 4 ottobre, per San Petronio, due antichi bronzi torneranno a ornare l'ingresso di Palazzo D'Accursio, grazie all'impegno di Francesco Amante, 'benefattore' del patrimonio artistico bolognese.

Si rivedrà sulla facciata del municipio, "L'amor patrio e il valore militare", opera realizzata nel 1909 da Giuseppe Romagnoli in occasione della visita di Re Umberto I a Bologna. Le statue, un tempo in bella vista sulla facciata principale di Palazzo D'Accursio, vennero rimosse quando il governo repubblichino decise di far sparire dai luoghi pubblici tutto ciò che potesse ricordare la monarchia.

"L'idea di ripristinare i bronzi di Romagnoli nasce all'inizio del 2012 quando l'allora direttore alla Promozione della città mi invitò all'Accademia di Belle arti", racconta oggi un entusiasta Giuseppe Amante, incontrando i giornalisti proprio a Palazzo D'Accursio. Il restauro sarà effettuato dalla stessa ditta che ha lavorato al restyling del Nettuno, i lavori inizieranno nei prossimi giorni. (Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento