Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Resti umani sui Colli: è Alfredo Nesi, il pubblicitario scomparso

I resti trovati ieri in via di Barbiano sono di Alfredo Nesi, un pubblicitario bolognese che negli ultimi tempi aveva manifestato l'intenzione di uccidersi per motivi economici. Il figlio ha riconsciuto gli effetti personali

Zainetto e telefono cellulare, gli oggetti accanto ai resti umani sono stati riconosciuti dal figlio di Alfredo Nesi, l'uomo la cui scomparsa era stata denunciata ai carabinieri il 3 luglio. Della vicenda si sta occupando il pm Augusto Borghini e il medico legale Matteo Tudini dovrà fare le analisi per stabilire i motivi della morte. Nesi, pubblicitario che in passato aveva lavorato anche per il Bologna Calcio e per la Virtus Pallacanestro, pare che negli ultimi tempi fosse depresso e avesse manifestato l'intenzione di uccidersi: tra i motivi, gli affari che non andavano bene. Vicino alle ossa, trovate ieri pomeriggio da un tecnico della Telecom che si era allontanato dalla strada, anche un quotidiano del 3 luglio.

LA SCOMPARSA DELL'UOMO LO SCORSO LUGLIO. La scomparsa dell'uomo era stata denunciata ai carabinieri il 4 luglio dal figlio, che temeva un gesto insano da parte del padre. Il medico legale Matteo Tudini non ha rilevato dal primo esame della ossa (che erano su una superficie vasta) segni di violenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Resti umani sui Colli: è Alfredo Nesi, il pubblicitario scomparso

BolognaToday è in caricamento