Nidi e primarie, coop: "Linee guida entro luglio o non ripartiamo"

Così le coop sociali aderenti all'Alleanza delle cooperative dell'Emilia-Romagna (Legacoop, Confcooperative e Agci)

Foto archivio

Devono arrivare subito, cioè entro il 31 luglio, le linee guida per la gestione di nidi e primarie altrimenti a settembre questi servizi non riapriranno. È l'avvertimento lanciato dalle coop sociali aderenti all'Alleanza delle cooperative dell'Emilia-Romagna (Legacoop, Confcooperative e Agci) con una nota.

"Dopo aver atteso tanto tempo le linee guida per la gestione dei centri estivi" e "forti delle esperienze di questi mesi", le coop sociali esprimono "tutta la loro preoccupazione per la ripartenza dei servizi per l'infanzia zero-sei anni". In assenza di linee guida "i servizi non ripartiranno - continua la nota - pertanto le cooperative sociali avanzano precise proposte".

In cima all'elenco c'è il mantenimento delle misure di sicurezza: "Dalle procedure di accoglienza-triage all'utilizzo delle mascherine e dei dispositivi di protezione individuale. Dalle costanti sanificazioni- scrivono le coop- al Patto di corresponsabilità gestori-famiglie con la possibilità di realizzare tamponi o test sierologici agli operatori alla presenza di chiare linee guida di comportamento in presenza di casi Covid e anche sulla riammissione dei bambini in caso di malattie 'ordinarie' non Covid". Segue il ripristino dei parametri organizzativi (rapporti numerici adulto-bambino) e strutturali (metri quadri a bambino) "cosi' come previsti nelle differenti direttive regionali prima dell'insorgenza del Covid", è la richiesta delle coop. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, l'ultimo punto riguarda "l'inserimento all'interno del sistema di risorse economiche aggiuntive per garantire la sicurezza e l'attenzione nei confronti dei servizi integrativi pre e post scuola e di sostegno ai bambini con disabilità". Come cooperazione sociale "siamo disponibili a svolgere la nostra parte e pronti a riaprire i servizi dall'1 settembre qualora uscissero le linee guida entro il 31 luglio", dichiarano i rappresentanti dell'Alleanza delle cooperative dell'Emilia-Romagna. "Abbiamo verificato in questo periodo che le famiglie, nonostante il Covid, hanno re-iscritto i bambini ai servizi ritenendoli un bene comune importante. Auspichiamo che questo apprezzamento venga manifestato con atti concreti anche dalla 'politica' e dalle persone impegnate nelle pubbliche amministrazioni". (Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Liceo Galvani, lutto al rientro a scuola: è morto il prof Stefano Tampellini

  • Soccorsi all'alba in via Emilia Levante: nulla da fare per un ragazzo di 20 anni

  • Lo storico bassista di Vasco Rossi, Claudio Golinelli detto "il Gallo" ha subito un trapianto al fegato

  • Coronavirus nel bolognese, un caso a Longara di Calderara di Reno: "34 ragazzi in isolamento"

  • Scuola, altri due casi di Covid al Fermi e alle Guido Reni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento